4 settembre 2008

Napoli-Fiorentina a rischio porte chiuse

Napoli-Fiorentina a rischio porte chiuse Gli incidenti di Roma rischiano di compromettere sul serio la stagione del Napoli. Già a partire dalla prossima partita interna, potrebbero esserci delle ripercussioni dopo gli scontri avvenuti nella capitale in occasione del derby del Sud. Contro la Fiorentina, infatti, lo stadio San Paolo potrebbe restare chiuso. Ancora nessuna decisione ufficiale, ma l’Osservatorio del Viminale ha chiesto il ritiro dei tagliandi per quanto riguarda la gara Napoli-Fiorentina, match valevole per la seconda giornata di campionato. Ogni altra decisione, quindi, è rinviata alla prossima settimana, quando il Casms, dopo le decisioni del giudice sportivo, si pronuncerà. Ma le possibilità di vedere gli spalti del San Paolo gremiti sono davvero poche.
E’ stata immediata la reazione del direttore generale Pierpaolo Marino, che ha esordito dicendo: “Chiudere il San Paolo sarebbe una sconfitta per tutti". "Siamo addolorati per quello che è accaduto e si può ben capire quale sia il nostro stato d´animo per episodi verso i quali il Napoli è totalmente scevro di responsabilità - continua il dg partenopeo - Gli incidenti sono avvenuti alla stazione e non allo stadio. Penso che non ci sia esempio migliore di questo per capire che non si può punire il Calcio Napoli che rappresenta la parte lesa". "Penalizzare il San Paolo - conclude il Direttore Generale - farebbe vincere i facinorosi sulla stragrande tifoseria napoletana che è ferita nell´orgoglio e che è anch´essa parte lesa in questa vicenda"

Su 1000 tifosi del Napoli 200 sono risultati pregiudicati

´´Su mille persone attualmente controllate tra quelle che hanno acquistato il biglietto per la partita Roma-Napoli, 200 sono risultate pregiudicate per reati gravi, come il traffico di droga e rapine´´. Lo ha detto il vicecapo della Polizia e direttore della Criminalpol, prefetto Nicola Cavaliere. Gli investigatori che stanno lavorando sugli incidenti di domenica hanno anche accertato che tra gli ultra´ che erano sul treno vi sono pure persone al centro di altri episodi di violenza, non legati al mondo del calcio, su cui vi sono indagini in corso.

(ANSA).