26 marzo 2010

Curva Nord Lazio: gli Irriducibili mollano il comando

Aria di cambiamenti nella curva Nord della Lazio. Lo storico gruppo egemone che da circa 20 anni gestisce in prima linea il tifo del settore più caldo della tifoseria laziale sembra aver deciso di cedere il comando. E' un passo indietro che era nell'aria, soprattutto alla luce delle pesanti critiche rivolte contro la decisione di lasciare entrare la candidata del centro destra, Renata Polverini (che prima di questa visita passò a salutare Totti a Trigoria...), in curva. Una mossa che contraddiceva in toto l'appello dello stesso gruppo a disertare le urne o quantomeno a non votare centrodestra alle prossime elezioni regionali, per protestare contro l'attuale presidenza, l'odiatissimo Claudio Lotito caldeggiato e sostenuto da Francesco Storace al momento della sua ascesa alla Lazio. 


Con gli Irriducibili si aprirono nuove ere in Italia, quelle del merchandising ultras in Italia, della radicalizzazione politica e di nuovi strumenti a uso e consumo dell'ultras, come le radio e le fanzine. La nuova conformazione della curva cambierà a partire dal nome. "Curva Nord Lazio" o "Curva Nord Gabriele Sandri" sarà il nuovo nome e racchiuderà l'intero agglomerato dei gruppi presenti nel settore. "Noi teniamo alla nostra identità, vogliamo che la curva ritorni allo splendore di una volta e per farlo dobbiamo rimetterci in gioco e in discussione [...] Non ci faremo strumentalizzare da politicanti di nessun schieramento politico, perché saremo consapevoli che non saranno loro ad avere a cuore le sorti della Lazio", recita uno stralcio di un comunicato della curva Nord.

fonte CalcioBlog.it

Comunicato Gli Ultras della Nord


25 marzo 2010

COMUNICATO UFFICIALE CONGIUNTO ULTRAS JUVE

Domenica 28 marzo in occasione della gara Juventus – Atalanta tutti gruppi ultras della Curva Sud e della Curva Nord diserteranno lo stadio come forma di protesta verso proprietà, dirigenza e squadra.

Siamo tutti definitivamente stufi di questa dirigenza arrogante, presuntuosa, incompetente e buona solo a far parole, non ne possiamo più di questa squadra per gran parte formata da gente indegna di indossare la nostra gloriosa Maglia, che non rispetta ed onora i Nostri colori e si permette di insultare chi da sempre li sostiene.

Il vero patrimonio della Juve sono i suoi tifosi, vogliamo più rispetto, questa dirigenza e questa squadra non meritano altro che uno stadio completamente vuoto.

Per la buona riuscita dell’iniziativa è auspicabile l’apporto di tutti i tifosi, la nostra sarà una protesta pacifica non costringeremo quindi nessuno a stare fuori dallo stadio, ognuno sarà libero di prendere la decisione che più riterrà opportuna ma invitiamo i tifosi di qualsiasi settore a non entrare ad assistere alla partita e ad unirsi a noi durante tutti i 90 minuti per manifestare tutti insieme il nostro dissenso verso chi ci sta facendo vivere uno dei momenti più bassi della nostra gloriosa storia.

E’ arrivato il momento di cambiare pagina e tornare ad essere quello che siamo sempre stati, mandiamo a casa chi ci ha ridotti così e dimostriamo al mondo che, oggi più che mai, LA JUVE SIAMO SOLO NOI!!

Ultras Juventus

23 marzo 2010

Comunicato Ufficiale Curva Nord Livorno 1915

COMUNICATO UFFICIALE CURVA NORD LIVORNO 1915

In occasione della partita Inter-Livorno di Mercoledì 24 Marzo la Curva Nord Livorno ha deciso di non aderire alla trasferta.

Una misura quanto mai necessaria visto lo scarso rendimento della squadra nell'attuale campionato.

Questa diserzione deve dare il la per una contestazione finalmente matura verso presidente e giocatori rei di non dare il massimo per una maglia e per dei valori che hanno contraddistinto 95 anni di storia amaranto;
Per un presidente che ha tolto l'amore e la voglia di guardare una partita, che deve farsi da parte perchè il ciclo è finito,per una squadra capace di grandi giocate con le "big"ma totalmente inutile nelle vere negli scontri diretti.

Ecco, dopo essersi sobbarcati trasferte di lungo chilometraggio,certi di un risultato sfavorevole, abbiamo convenuto che fino all'ultima partita della stagione, il Livorno calcio ,giocatori e società ,devono dare un segno di attaccamento alla maglia e perciò non sarà garantito il tifo organizzato.

Per Livorno con Livorno.

CURVA NORD 1915

22 marzo 2010

Comunicato Curva Nord Pisa

La Curva Nord "Maurizio Alberti" esprime il proprio sdegno verso un'altra
assurda e ingiustificata decisione del CASMS che ha deciso di vietare la
trasferta alla tifoseria del Chioggia. All'andata la trasferta è stata
vietata a noi con la scusa che un'unica strada portava allo stadio; il
risultato è stato che noi siamo andati ugualmente a Chioggia e per ore siamo
stati tranquillamente a contatto con i tifosi locali. Che senso ha vietare
adesso la trasferta a loro? Anche a Pisa c'è soltanto una strada che porta
all'Arena Garibaldi?? Tra noi e i tifosi del Chioggia non c'è certo
rivalità, anche perché non abbiamo mai giocato contro. Tutto questo è
assurdo, ingiustificato e senza senso.

Curva Nord "Maurizio Alberti"

16 marzo 2010

Foggia, bel gesto degli ultras nei confronti dei tifosi ospiti

Come ben sappiamo tutti, ieri è andata in scena la partita tra Foggia e Reggiana, vinta dai dauni per due reti ad una. Ma la nota positiva non riguarda solo il risultato del match. Chi ieri era presente allo stadio "Zaccheria" ha potuto notare che, malgrado l´Osservatorio abbia vietato la trasferta ai tifosi reggiani, gli stessi si sono presentati allo stadio grazie ad un´iniziativa messa in atto dagli ultras della Curva Nord di Foggia, che attraverso questo lodevole gesto hanno permesso ai supporters emiliani di assistere alla partita di fianco a loro, senza che ci siano stati episodi di violenza od altro. Complimenti dunque, un bel gesto che merita di essere sottolineato.

FoggiaCalcioMania.com

15 marzo 2010

Scontri nel pre-gara di Salernitana-Cesena

In una gara soporifera, povera di argomenti e di spunti di discussione, gli unici accadimenti degni di nota sono da segnalare all’esterno dello stadio Arechi e poco o nulla hanno a che fare con il calcio. Nel pre-partita, infatti, nel piazzale antistante la tribuna, si sono registrati tafferugli tra tifoserie di opposte fazioni, arrivate a contatto malgrado la fitta presenza di forze dell’ordine. Nessuna imboscata ma semplicemente una “resa dei conti” tra due schieramenti ultras tra i quali non scorre buon sangue; acredine acuita in seguito al match d’andata quando la curva romagnola si rese protagonista di numerosi cori offensivi e razzisti nei riguardi del pubblico di Salerno. L’intervento delle forze di polizia ha prontamente ristabilito l’ordine. Un tifoso salernitano è stato fermato e portato in Questura, mentre un supporter romagnolo è dovuto ricorrere alle cure del nosocomio “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”. Da capire se l’episodio influirà sulle decisioni del CASMS che potrebbe nuovamente decidere di vietare ai tifosi granata le prossime trasferte.

solosalerno.it

9 marzo 2010

COMUNICATO VECCHI ULTRAS MILAN

ORA BASTA!

Nel giorno che precede la sfida di Coppa Campioni Manchester vs Milan e per la quale tutti i tifosi rossoneri sperano nell’impresa all’Old Trafford, c’è una grande parte di tifosi rossoneri che non ne può più della gestione attuale della Curva Sud.
Il dopo-Fossa dei Leoni è stato traumatico per tutti (tranne per i pochi che pensavano di guadagnarci) con la Curva in declino, spesso mezza vuota. Coreografie disastrose, presenza in trasferta ridotta all’osso, ma soprattutto una gestione della Sud che sta rovinando quanto di buono era stato fatto da parte degli ultras che hanno fatto la storia della Curva:

- dal lontano 1968 gli striscioni della Sud hanno sempre avuto un loro stile chiaro e preciso; da quando sono in mano ai "nuovi" sono stati cambiati, stravolgendone completamente il carattere e lo stile che gli si era dato negli anni scorsi;

- non si riesce ad intuire che tipo di rapporti i "nuovi" intrattengano con la società: ad agosto, dopo la partenza di Kakà, striscioni contro Berlusconi; un mese dopo striscioni “Avanti Silvio”…..a cosa è dovuto questo improvvi$o cambio di rotta?

- sono riusciti a spostare il ritrovo degli ultras rossoneri dallo storico baretto ad un posto senza senso (davanti ad una farmacia) nè storia;

- tutti sapevano che tra Paolo Maldini e la Curva non ci fosse un rapporto di amore, ma una figura come quella rimediata davanti a tutto il mondo non se lo sarebbe mai aspettata nessuno. Se c’era qualche sassolino da togliersi dalle scarpe, si sarebbe potuto scegliere sicuramente un altro momento;

- veniamo ora all’amicizia con i Viking della Juve: qual'è il senso della sua esistenza? Per quale recondito motivo si concede ad alcuni di loro di insediarsi nella nostra Curva? FUORI I GOBBI DALLA SUD!.
Se il Signor Lombardi è amico loro e vuole condividere gli affari, che se ne torni a Torino;

- il film l’Ultimo Ultras (girato con i loro amici Viking) è la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Già gli striscioni di settembre “tutti al cinema” parevano ridicoli per un gruppo che si definisce “ultras”. Il film poi, per i pochi che l’hanno visto, è - crediamo - il peggio del peggio che si potesse girare; forse persino peggio del film girato dagli ultras romanisti anni fa (“siete solo ultrà da cinecittà” fu lo striscione dedicato ai romanisti all’epoca);

STATE ROVINANDO LA STORIA DI UNA CURVA! FUORI I PAPPONI, GLI AFFARISTI, GLI ATTORI ED I GOBBI DALLA SUD!!!

VECCHI ULTRAS

8 marzo 2010

Invasione nazista a Firenze?

Il pericolo si chiama ‘‘Schickeria’’. Il nome impronunciabile è quello di un gruppo di ultras del Bayern, appartenente all’estrema destra e considerato «ad alto rischio» dalla Questura di Firenze. Questi tifosi (che in Germania non possono entrare negli stadi perchè colpiti da Daspo) arriveranno a Firenze almeno in 200, privi di biglietto e con precedenti poco rassicuranti. Il 21 ottobre 2009 a Bordeaux, prima di una gara di Champions infatti, diedero vita a un pericoloso corteo che bloccò la città a suon di cori di stampo nazista. «Ma io non sono preoccupato» assicura il questore Tagliente, «conosciamo chi sono e cosa fanno, sappiamo come fermarli». Grande attenzione anche per un altro fan club, il ‘‘Red Munich’’, in arrivo col pullman dalla Baviera e anch’esso noto alle forze dell’ordine.

da: Violanews

Noi di Freedomforfans siamo come san Tommaso. Semplicemente non crediamo a nulla prima di aver verificato.
Abbiamo visitato il sito del terribile gruppo neonazista Schickeria e pur non conoscendo il tedesco non abbiamo faticato molto a capire l’orientamento di questo gruppo, apertamente schierato nelle campagne antirazziste tanto da dedicare all’argomento un’intera pagina del proprio sito.

Certo a parole sono bravi tutti, ma crediamo difficile pensare che ci troviamo di fronte ad un depistaggio…
Due sono le cose: o i neonazisti protagonisti delle marce su Boredeaux non appartenevano a questo gruppo, oppure a questo gruppo, particolarmente caldo, è stata affibbiata indebitamente una patente neonazista…

4 marzo 2010

Comunicato ufficiale Curva Ovest 1905

AVVISO A TUTTI GLI ULTRAS D'ITALIA

Si comunica a tutti che al momento e fino a che non ritorneranno dalla diffida tutti i ragazzi che dal 2007 sono sottoposti al daspo, a Lucca non esiste nessuna forma di tifo organizzato. Chi oggi segue la Lucchese e incita i colori rossoneri lo fa solamente a titolo personale, perchè gli ultras sono autosospesi. Purtroppo a Lucca la repressione ha toccato livelli altissimi, culminata con il blitz del settembre 2007 che ha portato in carcere molti appartenenti al gruppo Bulldog. Dopo sono arrivate tante diffide mirate che hanno di fatto impedito il perdurare del tifo organizzato. Purtroppo ad oggi 19 ragazzi sono ancora sotto processo con l'accusa di associazione per delinquere. Nessuno al momento è degno ed è in grado di girare gli stadi dove la Lucchese gioca e fregiarsi dell'appellativo ultras. Gli ultras
sono autosospesi e aspettano il ritorno dei tanti ragazzi diffidati per ritornare al seguito dei colori rossoneri. A chi ora si impegna a seguira i rossoneri va tutta la nostra vicinanza ma ribadiamo a
tutte le tifoserie d'Italia, che chi segue ora i rossoneri lo fa solo a titolo personale o dietro alle insegne dei Lucchese club.
Il nostro amore per i colori rossoneri non conosce repressione, e la nostra fede non conosce galera o diffida. L'unica cosa che aspettiamo è di ritornare sugli spalti insieme a tutti gli amici con l'unico scopo di sempre,seguire la nostra amata Lucchese Libertas e girare gli stadi italiani con la coerenza e la mentalità che ha sempre contraddistino gli ultras rossoneri da i tempi dei gloriosi Panthers Front ai
Bulldog 1998.

CURVA OVEST 1905

3 marzo 2010

Parma-Sampdoria Il gemellaggio compie 20 anni

Fonte: "calciomercato.com"

'Da vent'anni gemellati, tre generazioni due striscioni, Boys 1977 e Ultras Tito': con questo drappo a triplice configurazione, esposto nella curva Sud da tempo intitolata a Matteo Bagnaresi, i sostenitori parmensi hanno celebrato il gemellaggio con i tifosi doriani, nato nell'ottobre 1990, con i ducali appena promossi in serie A e il Doria avviato al primo scudetto della sua storia. Prima dell'ingresso in campo, dalla Sud si è levato il grido 'Parma! Parma!' contrappuntato dalla parte opposta da uno stentoreo 'Doria! Doria!'. 'Nessuno potrà mai separarci' rispondeva al saluto gialloblù uno striscione esposto dalla curva doriana.

Sembrava una partita d'altri tempi, eppure era una normale domenica di febbraio, con la sinfonia introduttiva dell'Aida a salutare l'ingresso in campo delle due squadre, che vedeva il Doria per la prima volta in maglia blucerchiata al 'Tardini', dopo molti anni in bianco o in nero. Ma da quando, traumaticamente tramontata l'era Tanzi, il Parma ha ripreso a indossare la casacca crociata, sono venute meno le ragioni della differenziazione cromatica.

A migliaia i tifosi doriani hanno invaso la città nonostante il blocco del traffico, e poi lo stadio al centro di un controverso progetto di ristrutturazione: oltre ai tremila del settore ospiti che si erano procurati il biglietto a Genova, molti altri sostenitori blucerchiati dell'Italia settentrionale avevano acquistato il tagliando per l'area libera della Curva Sud, per dare manforte ai compagni di fede. Nessuno striscione come al solito, ma centinaia di bandiere blucerchiate, esposte al vento per tutta la partita.