18 febbraio 2015

Comunicato del Trabzonspor ai propri tifosi: "Rispettate le regole per evitare nuove sanzioni"

Alla vigilia del match contro il Napoli, il Trabzonspor fa una chiara richiesta ai propri tifosi, attraverso un comunicato ufficiale, al fine di far rispettare le norme europee, evitando ulteriori e pesanti sanzioni al club: “Sarà proibito introdurre nello stadio oggetti infiammabili, gettare bottiglie d’acqua in campo, sedersi sulle scale o rompere i sediolini. In precedenza il cattivo tifo per la nostra squadra ha portato a significative penalità, che sono esponenzialmente in aumento. Il fenomeno sta assumendo dimensioni sempre più gravi. Inoltre, oltre al danno che porterebbe al nostro club, queste penalità danno origine anche a sanzioni morali ed economiche. Tutti i nostri tifosi, per mostrare sensibilità al problema e sostenere la squadra durante la partita, rispettino queste regole”. 

16 febbraio 2015

Cesena, comunicato degli ultras: "Fuori i gobbi dalla Curva Mare"

Cesena - Juventus 15 febbraio 2015 Parlare della partita di questa sera, dopo l'alluvione che si è abbattuta in Romagna la scorsa settimana, non è sicuramente facile. Dopo essere intervenuti direttamente sul posto armati di badili e carriole, abbiamo deciso di contribuire in qualunque modo possibile per aiutare la nostra gente a ripartire dopo questo disastro . Come è stato fatto per già in passato per il popolo ligure, anche oggi saranno allestite dei banchetti dove chiunque potrà partecipare ad una raccolta fondi organizzata dai gruppi Ultras della Curva Mare. Troverete alcuni ragazzi agli ingressi di tutti i settori dello stadio pronti a raccogliere le offerte di chiunque voglia contribuire. Il ricavato verrà poi devoluto proprio a favore dei luoghi colpiti, comunicheremo successivamente il valore della cifra raccolta e nello specifico dove verrà destinata. In un momento così delicato anche un piccolo gesto può fare la differenza, siamo romagnoli e siamo certi che con l'aiuto di tutti riusciremo a passare anche questa!
Venendo a questa sera, cominciamo subito nel dire che è nostra intenzione ripetere la prestazione contro la Lazio, dove grazie ad un tifo eccezionale siamo riusciti a spingere la squadra alla vittoria. Prendiamo consapevolezza del fatto che siamo noi il dodicesimo uomo in campo e dobbiamo continuare a dimostrarlo! Non possiamo ignorare però l'indegna partita disputata ad Empoli, dove abbiamo buttato via l'ennesimo scontro diretto e gli ennesimi punti fondamentali per raggiungere la quota salvezza. La speranza è di tornare a vedere la grinta e la determinazione messe in campo nell'ultima partita casalinga per poter vendere cara la pelle e fare risultato. Oggi di certo non sarà una gara semplice, l'avversario è sulla carta proibitivo e agli occhi dei molti la partita è già segnata. Da parte nostra però non ci consideriamo sconfitti in partenza, tutt'altro! Comunque vada, siamo certi che saremo i vincitori della partita giocata sugli spalti.. Tiriamo fuori la grinta e ribadiamo ai gobbi che affolleranno il Manuzzi il nostro orgoglio cesenate e il senso di appartenenza alla squadra della nostra terra!!
Qualora non sia già abbastanza chiaro il concetto, citiamo nuovamente un celebre striscione di qualche anno fa: "Fuori i gobbi dalla Mare...", certi che non serva aggiungere ulteriori parole. Infine, anche quest'anno onoreremo la memoria del Pirata, omaggiandolo con uno striscione in occasione dell'undicesimo anniversario della sua scomparsa. In questo triste periodo, non possiamo inoltre non ricordare anche Corrado Benedetti, indimenticato giocatore e mister bianconero, portato via anch'egli troppo presto.

9 febbraio 2015

Comunicato del gruppo 'Sota chi toca - Stings Supporters'

I supporters degli Stings, Sota chi Toca - Stings Supporters, hanno scritto un comunicato sulla loro pagina Facebook.

Queste le parole del Gruppo.
"Il gruppo dei Sota Chi Toca ci tiene a precisare e chiarire alcune cose riguardo le critiche ricevute in seguito al match di oggi contro Verona. Circa un anno fa, dalla passione e dall'entusiasmo di tre o quattro ragazzi, nasceva il primo gruppo organizzato di tifosi nella storia del basket mantovano. Da quel momento in poi si è fatto il possibile ogni domenica affinché la squadra si sentisse a casa, con coreografie, incitamento sonoro e vocale, nonostante la poca collaborazione del resto del pubblico. Dopo un anno, il numero dei tifosi "attivi" è sicuramente migliorato, con nuovi elementi che hanno contribuito a rendere migliore il clima del Palabam. Nonostante questo miglioramento, oggi dopo la sesta sconfitta consecutiva sono arrivate alle nostre orecchie e ai nostri occhi alcune critiche, che non pensiamo assolutamente di meritarci. Veniamo accusati di aver smesso di tifare e anzi di aver criticato la squadra; si, questo è successo dopo che per 5 partite e 3/4 abbiamo ininterrottamente continuato a sostenere i nostri colori nonostante questi uscissero sconfitti dal campo. Il motivo è semplice: tutti noi sappiamo che una partita persa ci può stare, sopratutto quando trovi squadre come Verona, Brescia e Ferentino. Ma questa deve maturare dopo che tutti e 10 i giocatori e allenatori abbiano dato il 100%. A nostro parere la squadra non sta raccogliendo i punti adeguati alle sue potenzialità, e se si è criticato tutto il gruppo è per cercare di "dare una sveglia" senza prendere di mira nessuno in particolare. Per quanto riguarda alcuni cori contro il pubblico veronese, è giusto che si sappia che il pubblico ospite, o almeno alcuni componenti di esso, per tutta la partita hanno indirizzato gesti di offesa verso di noi. Gli sfottó finali poi non hanno fatto altro che far traboccare un vaso che era già pieno. Detto tutto questo, non accettiamo rimproveri né tantomeno critiche sul tifo da chi passa le partite comodamente seduto nel parterre con il cellulare in mano. SE qualcuno pensa di avere dentro di sé le qualità del tifoso perfetto, è gentilmente invitato a presentarsi nel nostro settore per contribuire con mani e voce a rendere migliore la tifoseria, visto che se gli occhi non ci ingannano sono sempre i soliti 10 a presentarsi con un paio d'ore d'anticipo alle partite. Ad ogni modo noi continueremo a metterci la voce, se qualcun altro vorrà aiutarci sarà ben accetto, e SOLO ALLORA avrà il diritto di criticare l'operato di chi, per passione, perde la voce ogni weekend. FORZA MANTOVA"

6 febbraio 2015

Comunicato Curva Nord Massimo Cioffi, Sambenedettese

COMUNICATO CURVA NORD MASSIMO CIOFFI
 
Di fronte all’ennesimo, assurdo e grottesco, divieto di trasferta a cui la tifoseria Sambenedettese è stata sottoposta, non possiamo che rispondere con una massiccia presenza sabato allo stadio, durante la rifinitura, per caricare la squadra in vista dell’importante trasferta di Fano. Non siamo abituati a piagnistei di nessun tipo, né tantomeno mendicheremo pietà a chiunque si interponga tra noi ed i nostri obiettivi. Siamo indissolubilmente legati a quella maglia e non ci saranno norme o leggi che possano impedirci di amarla e sostenerla alla nostra maniera.
Poche chiacchiere signori: è l’ora dei fatti! Sabato 7 Febbraio, ore 10:45, ritrovo sotto la Tribuna Centrale dello Stadio Riviera Delle Palme.


AVANTI CURVA NORD

Comunicato Curva Nord "Maurizio Alberti" sulla trasferta di Reggio Emilia

In seguito alle ultime novità sulla vendita dei tagliandi anche ai non tesserati arriva il Comunicato della Curva Nord "Maurizio Alberti".
Prendiamo atto del comunicato dell'AC Pisa, pur nei tempi ristretti, visto che alle 19 chiude la prevendita, invitiamo tutti i non tesserati ad andare a fare il foglio per acquistare il biglietto. Visto che nel comunicato non e' chiaro quali siano i motivi ostativi per cui qualcuno potrebbe poi a Reggio non ricevere il biglietto, precisiamo che chiunque entra normalmente in casa all'Arena deve poter entrare 
Fonte: tuttopisa.it

4 febbraio 2015

Comunicato Boys Parma in merito ai fatti della Coppa Italia

Ieri in occasione della gara di coppa italia tra Parma e Juve, in una gara ricca d'adrenalina sia in campo che fuori, si sono registrati momenti di tensione all'interno della nostra curva. Ci sentiamo in dovere di spendere due parole in merito ai vari episodi successi, non ci riferiamo tanto alla presenza di gobbi in curva, ma a quella di persone che non rispecchiano gli ideali del gruppo e che con il loro comportamento vanno ad infangare la reputazione del gruppo, degli Ultras e della Nord in generale. La presenza di persone che non sono in grado di gestire il proprio comportamento nel rispetto delle regole impartite del Gruppo da mercoledì in poi non è stato e non sarà più tollerato. Noi come Gruppo ci dissociamo dall'aggressione gratuita subita da un dipendente del Parma Calcio, persona tra l'altro che si è guadagnata il nostro rispetto per come si è sempre adoperata per venire incontro alle problematiche di noi tifosi. Chi d'ora in poi decide di mettersi contro il nostro gruppo, sappia a cosa va incontro, non siamo più disposti a vedere anni di lavoro gettati al vento per colpa di sballoni e/o occasionali di turno. Con la speranza che certi episodi non si ripetano mai più, vogliamo augurare una pronta guarigione alle persone coinvolte.

BOYS PARMA 1977

Importante comunicato della Curva Nord "Maurizio Alberti"

E’ incredibile come una notizia assurda, anticostituzionale, sessista  e discriminatoria passi quasi come normale, perfino sul  comunicato dell’’Ac pisa.
Dopo la buffonata del Trust che come tutti sappiamo non ha portato da nessuna parte, gli sforzi si sono concentrati su nuove iniziative prendendo spunto dall’iniziativa della Sampdoria che è riuscita a portare in trasferta tutti i tifosi non tesserati: a Roma, a Verona, a Cesena a Parma...
Sembrava quasi che anche per noi si aprissero finalmente le porte del settore ospite di Reggio, tutti i segnali portavano verso questa direzione, ma ecco la beffa direttamente dal sito del Pisa:
“Iniziative Speciali:
Il giorno precedente la gara (giovedì) possibilità di acquisto dei biglietti ancora disponibili per i tifosi NON fidelizzati appartenenti alle seguenti categorie: Under 14 (accompagnati da un adulto), Over 60 e Donne".
E’ andata cosi in scena l’ennesima presa per il culo, l’ennesima iniziativa finita a barzelletta.  
Altre parole non riusciamo a trovarle, dal Viminale al Gos si stanno coprendo di ridicolo, e lasciateci dire che anche la società del Pisa è passiva, accetta tutto in silenzio, con comunicati insignificanti, invece di farsi sentire, di battere i pugni, di respingere al mittente queste “aperture” visto che di apertura non si tratta... ma si tratta solo dell’ennesima BUFFONATA e presa per il culo per tutta la tifoseria Pisana non tesserata.

I Gruppi della curva Nord Maurizio Alberti