5 dicembre 2001

Roma-Liverpool: battaglia tra giallorossi e poliziotti

Incidenti per fortuna di non grave entità si sono verificati alle 19,45 all´esterno dello stadio Olimpico dove in quattro punti le forze dell´ordine sono state attaccate con grossi petardi lanciati dagli ultra giallorossi.
Sono stati cinque di minuti di battaglia, poi per disperdere i tifosi, che attaccavano, scappavano e poi si radunavano per un nuovo lancio, la polizia ha sparato alcuni lacrimogeni. La situazione e´ tornata tranquilla e tra polizia e tifosi non ci sono stati scontri

2 dicembre 2001

Serie D/I: incidenti durante Pro Ebolitana-Battipagliese

La partita Pro Ebolitana-Battipagliese (serie D girone I) è stata sospesa per circa 10 minuti poco dopo il calcio davvio a seguito di un lancio di bottiglie e sassi da parte degli ultras battipagliesi contro il giocatore locale Orrico, che si stava accingendo ad eseguire una rimessa laterale.
Durante la gara - comunque ripresa - i tafferugli sono continuati per tutto il primo tempo, con i tifosi ospiti che cercavano di sfondare i cancelli di accesso al campo di gioco e con un reiterato lancio di oggetti allindirizzo dei giocatori e della panchina della Pro Ebolitana. Si sono verificati incidenti anche fuori dallo stadio, con una vettura data alle fiamme.

Atalanta-Inter: scoppia un petardo in campo

Sul punteggio parziale di 2-1 in favore dell'Atalanta sull'Inter, al 37' del primo tempo a Bergamo, esplode un petardo.
Che colpisce il terreno nelle vicinanze di Dabo, ex centrocampista dell'Inter ora in forza all'Atalanta.
Il mortaretto lanciato dal settore dei tifosi interisti. Dabo rimane scosso e sul terreno di gioco si forma anche un buco.E prima della gara, tafferugli fuori dallo stadio di Bergamo tra opposte fazioni. Gruppi di tifosi sono venuti a contatto, sono volate bottiglie e sassi e alcune persone sono state portate al centro medico dello stadio, anche se non pare abbiano riportato ferite serie. Sono andati, invece, in frantumi i finestrini di alcune auto.
Non si sa come sono scaturiti gli incidenti ma viene ritenuto molto probabile che gli ultras bergamaschi abbiano voluto 'vendicarsì nei confronti degli ultras interisti per la vicenda del motorino gettato dagli spalti di San Siro in occasione dell'ultimo confronto di campionato fra le due squadre, lo scorso anno a maggio.

Ultras Inside - La Voce degli Ultras! - Numero 12

Anno I - Numero 12 - Dicembre 2001 - Mensile

 Benvenuti a tutti con l'ultimo appuntamento dell'anno con il bollettino ufficiale di Ultras Inside;
purtroppo un anno che ricorderemo per le leggi antiultras che vogliono la fine del movimento.
da registrare la positiva collaborazione tra gruppi, divisi dai colori della sciarpa ma uniti nella difesa di un obiettivo comune.
Non ci resta che augurarvi buone feste e buona lettura con "La Voce degli Ultras!" .

 

ULTRAS NEWS
Questa rubrica non intende fomentare violenza di alcun genere; ci limiteremo a pubblicare gli articoli di cronaca senza commento.
difendiamo il movimento ultras, combattiamo la violenza negli stadi!
28/11/01 Serie B: 15 denunciati dopo Cagliari-Ancona
Cagliari-Ancona si è giocata in anticipo anche fuori dallo stadio S.Elia.
La Polizia, per incidenti e disordini, ha infatti denunciato 15 ultrà, fautori degli scontri avvenuti prima dell'anticipo della 14ma giornata di serie B (vinto poi sul campo dalla squadra sarda per 2-0).Le forze dell'ordine erano intervenute per impedire che un gruppo di sostenitori rossoblù aggredisse la tifoseria anconetana con la quale esistono motivi di contrasto per un'aggressione subita dai sardi lo scorso anno durante la trasferta di Ancona. I tifosi, fra i quali anche un minorenne, sono stati denunciati per lancio di materiale pericoloso, reato previsto dal decreto legge messo a punto dal Governo il 20 agosto scorso per contrastare le manifestazioni di violenza durante le competizioni sportive
02/12/01 Atalanta-Inter: scoppia un petardo in campo
Sul punteggio parziale di 2-1 in favore dell'Atalanta sull'Inter, al 37' del primo tempo a Bergamo, esplode un petardo.
Che colpisce il terreno nelle vicinanze di Dabo, ex centrocampista dell'Inter ora in forza all'Atalanta.
Il mortaretto lanciato dal settore dei tifosi interisti. Dabo rimane scosso e sul terreno di gioco si forma anche un buco.E prima della gara, tafferugli fuori dallo stadio di Bergamo tra opposte fazioni. Gruppi di tifosi sono venuti a contatto, sono volate bottiglie e sassi e alcune persone sono state portate al centro medico dello stadio, anche se non pare abbiano riportato ferite serie. Sono andati, invece, in frantumi i finestrini di alcune auto.
Non si sa come sono scaturiti gli incidenti ma viene ritenuto molto probabile che gli ultras bergamaschi abbiano voluto 'vendicarsì nei confronti degli ultras interisti per la vicenda del motorino gettato dagli spalti di San Siro in occasione dell'ultimo confronto di campionato fra le due squadre, lo scorso anno a maggio.
02/12/01 Serie D/I: incidenti durante Pro Ebolitana-Battipagliese
La partita Pro Ebolitana-Battipagliese (serie D girone I) è stata sospesa per circa 10 minuti poco dopo il calcio davvio a seguito di un lancio di bottiglie e sassi da parte degli ultras battipagliesi contro il giocatore locale Orrico, che si stava accingendo ad eseguire una rimessa laterale.
Durante la gara - comunque ripresa - i tafferugli sono continuati per tutto il primo tempo, con i tifosi ospiti che cercavano di sfondare i cancelli di accesso al campo di gioco e con un reiterato lancio di oggetti allindirizzo dei giocatori e della panchina della Pro Ebolitana. Si sono verificati incidenti anche fuori dallo stadio, con una vettura data alle fiamme.
05/12/01 Roma-Liverpool: battaglia tra giallorossi e poliziotti
Incidenti per fortuna di non grave entità si sono verificati alle 19,45 all´esterno dello stadio Olimpico dove in quattro punti le forze dell´ordine sono state attaccate con grossi petardi lanciati dagli ultra giallorossi.
Sono stati cinque di minuti di battaglia, poi per disperdere i tifosi, che attaccavano, scappavano e poi si radunavano per un nuovo lancio, la polizia ha sparato alcuni lacrimogeni. La situazione e´ tornata tranquilla e tra polizia e tifosi non ci sono stati scontri

 E' finalmente attiva la chat di ultras inside! visitatela tutti!!!!!

 
 
ITALIANE..LE GRANDI
(ULTRAS CURVA NORD BARI)
Fa il suo ingresso in web anche la curva nord di Bari, con il sito ufficiale degli UCN sulla cresta dell'onda dal 1976
Grafica chok con un intro in flash davvero spettacolare;
bello e da vedere
un grande gruppo che cerca il rilancio con i galletti
forza ragazzi!
ORIGINALITA'  8 GRAFICA 9 SCRITTI 8 VELOCITA' 7
un sito da  8,5
 
 ITALIANE..LE PICCOLE
(TESTE QUADRE reggiana)
Molto bello il sito delle Teste Quadre, un gruppo nato dalle ceneri degli Ultras Ghetto, gruppo importante degli anni '80;
le TQ dimostrano di avere stile e la serie in cui imperversa la reggiana non gratifica una curva di categoria superiore;
molte rubriche e tutte curate nel dettaglio
apprezzabile grafica
ORIGINALITA'  7 GRAFICA 8,5 SCRITTI 8 VELOCITA' 7
un sito da  8
 
 
SITI ULTRAS DALL'ESTERO
(BAJEN FANS HAMMERBY Svezia)
Davvero molto carino questo sito, molto aggiornato e veloce nel caricamento.
la grafica è lineare e poco "pacchiana", da vedere!
ORIGINALITA'  6 GRAFICA 7 SCRITTI  8 VELOCITA'7
un sito da  7

28 novembre 2001

Serie B: 15 denunciati dopo Cagliari-Ancona

Cagliari-Ancona si è giocata in anticipo anche fuori dallo stadio S.Elia.
La Polizia, per incidenti e disordini, ha infatti denunciato 15 ultrà, fautori degli scontri avvenuti prima dell'anticipo della 14ma giornata di serie B (vinto poi sul campo dalla squadra sarda per 2-0).Le forze dell'ordine erano intervenute per impedire che un gruppo di sostenitori rossoblù aggredisse la tifoseria anconetana con la quale esistono motivi di contrasto per un'aggressione subita dai sardi lo scorso anno durante la trasferta di Ancona. I tifosi, fra i quali anche un minorenne, sono stati denunciati per lancio di materiale pericoloso, reato previsto dal decreto legge messo a punto dal Governo il 20 agosto scorso per contrastare le manifestazioni di violenza durante le competizioni sportive

20 novembre 2001

LA NAZIONALE DEGLI ULTRAS

"Ci piacerebbe vedere almeno per una volta gli elementi più rappresentativi di ogni gruppo ultras italiano uniti per seguire una trasferta importante della nazionale azzurra…". E’ questo il desiderio formulato al termine de Il Gruppo, libro degli ultras juventini uscito non molto tempo fa. E perché non provare ad immaginarlo già per il prossimo mondiale Giappone? Questo è il sogno ad occhi aperti di cosa potrebbe accadere all’aeroporto per Tokyo. Protagonisti i tifosi più accesi, per l’appunto.
  1. Alla divisione tra fumatori e non fumatori in relazione ai posti sull’aereo, gli ultrà italiani scoprono di non possedere le stesse idee. Nessuno, ovviamente, sceglie di andare tra i non fumatori. Ma è sulla qualità del fumo che si accendono scontri e si abbracciano curiose alleanze. I veronesi con gli juventini, i romanisti con i laziali, gli interisti con i bolognesi. L’unità si ritrova una volta iniziato il viaggio. Tutti partecipano all’assalto alla business class. Bottino: una bottiglia di champagne e una giarrettiera dell’hostess più carina. Meglio che niente
  2. Il viaggio è lungo, noioso, stancante. Gli ultrà decidono di trascorrere il tempo raccontando autoironicamente la volta che se le sono prese di più. Il giochino sarebbe anche bello. Peccato che non parli nessuno
  3. Approdo in Giappone. Viene picchiato un bimbo giapponese perché parla giapponese. Discussione furente tra gli ultrà: non è questo lo spirito ultrà. Vengono allora picchiati tutti i bambini di un asilo giapponese
  4. Gli ultrà non capiscono un cazzo delle indicazioni e si ritrovano allo stadio a vedere Polonia-Tunisia. Dormita generale e uno dei componenti del gruppo – il veneziano – viene picchiato da 8 tedeschi, anch’essi vittime dei cartelli e, quindi, venuti a vedersi la partita sbagliata
  5. Ritorno in patria mesto e incazzoso. Pur non avendo fatto un tubo, tutti gli ultrà italiani vengono sottoposti dalla pula giapu al provvedimento di diffida. Non che firmare ogni domenica li spaventi (ci sono abituati). Ma sai che rottura di coglioni prendere l’aereo per Tokyo ogni domenica…
Paolo Rossi
Responsabile di www.testadicalcio.it

MILAN - LAZIO SENZA COMMENTO !!!!!!!

...ENNESIMA ALZATACCIA ACCOMPAGNATA DALLA FRASE :"MA NE VARRÀ LA PENA ?"...
FUGATO OGNI DUBBIO SI DECIDE, COME AL SOLITO, DI PARTIRE MALGRADO LA PIOGGIA ED IL RITORNO ALL'ALBA... STOICI COME SEMPRE !
DOPO UN VIAGGIO CHE E' STATO SIMILE AD UN'EPOPEA, PER I QUATTRO INCIDENTI INCONTRATI SULLA A/1 E VARI PROBLEMI DI PERCORSO,
ARRIVIAMO A MILANO DOVE OLTRE AD UNA PIOGGIA FASTIDIOSISSIMA TROVIAMO LA VERA SORPRESA DELLA GIORNATA...
UN DECRETO LEGGE INTERPRETATO ALL'OCCORRENZA ED A META' VIETAVA LA VENDITA DEI BIGLIETTI AI TIFOSI OSPITI, QUINDI UNO SCHIERAMENTO MASSICCIO ED ESAGERATO DI FORZE DELL'ORDINE (?) CI HA FORZATAMENTE RINCHIUSO IN DUE SPAZI; UNO ANTISTANTE AI CANCELLONI D'INGRESSO AL SETTORE "RISERVATO" A NOI ED UNO IN PROSSIMITÀ DEL PARCHEGGIO OSPITI.
TUTTO CIO' PERCHÉ ESISTE UN DECRETO LEGGE RARAMENTE ATTUATO (RICORDO SOLO UDINE NELL'OTTOBRE DEL 1999) CHE PREVEDE IL DIVIETO DI VENDITA DEI BIGLIETTI PER LA TIFOSERIA OSPITE NELLA CITTÀ DOVE SI GIOCA LA PARTITA, E FINO A QUI, PER QUANTO ALLUCINANTE, CI SI POTEVA ANCHE STARE; MA LA COSA PIÙ IRRITANTE E' STATO SAPERE CHE I BOTTEGHINI AVEVANO CHIUSO LA VENDITA DI TALI TAGLIANDI 20 MINUTI PRIMA DELL'INIZIO DELL'INCONTRO, QUINDI FINO ALLE 20:10 IL DECRETO LEGGE IN QUESTIONE NON ERA ASSOLUTAMENTE STATO ATTUATO NE DALLE FORZE DELL'ORDINE, NE DALLA DIRIGENZA DEL MILAN.
L'ULTRAS E' CONSIDERATO UNA BESTIA E COME TALE VIENI TRATTATO... SOTTO UNA PIOGGIA INCESSANTE NON C'E' STATA UN'ANIMA CHE VENISSE A DARCI UNA SPIEGAZIONE E LE POCHE NOTIZIE PERVENUTE ERANO DELLE AUTENTICHE PRESE IN GIRO...
MORALE DELLA FAVOLA ?
TUTTA LA PARTITA SIAMO STATI FUORI, SOTTO L'ACQUA, RINCHIUSI ALL'ANGOLETTO CON DUE GUARDIE A TESTA PER POI DOVER CONSEGNARE I DOCUMENTI PER POTER TORNARE AI PULLMAN E RIPRENDERE LA VIA DI CASA DOVE GIUNGIAMO ALLE 09:00 DEL MATTINO SEGUENTE !
200 TIFOSI FUORI E 400 GUARDIE A CONTROLLARE CHE FOSSE ATTUATO CON UN VERO E PROPRIO "SEQUESTRO DI PERSONA" UN DECRETO LEGGE ASSURDO, VECCHIO E PERALTRO INTERPRETATO A SECONDA DELLE ESIGENZE E DELLA TIFOSERIA.
NON VI E' UN POSSIBILE COMMENTO A TUTTO CIO', COME NON E' POSSIBILE UN COMMENTO SULLA PARTITA SIA PERCHÉ NON CI E' STATO DATO MODO DI VEDERLA E SIA PERCHÉ FORSE... NON CI SIAMO PERSI PROPRIO NULLA...!!!
NON E' QUESTO IL MOMENTO DI FARE CRITICHE ALLA SQUADRA ED ALLA SOCIETÀ... STIAMO ALLA FINESTRA PER CAPIRE BENE QUELLO CHE SUCCEDE...
UNA DOMANDA SORGE SPONTANEA :" MA SE TANTO ACCANIMENTO PER ELIMINARE IL MONDO ULTRAS FOSSE STATO USATO PER LA CATTURA DI TANTI BOSS, TOTO' REIINA SAREBBE STATO LATITANTE 27 ANNI "???
MIO PADRE MI HA INSEGNATO UNA COSA ... CHI HA PIÙ BUON SENSO ED INTELLIGENZA LA USI !!!
 
... ABBIAMO PROPRIO TOCCATO IL FONDO...

11 novembre 2001

Intervista : VIKING LAZIO

VIKING LAZIO
1.. breve cenno storico del gruppo;
IL GRUPPO NACQUE NEL 1978 PER INIZIATIVA DI ALCUNI RAGAZZI CHE SI POSIZIONARONO NELLA CURVA SUD DELLO STADIO OLIMPICO. I PRIMI  SIMBOLI UTILIZZATI ALL' EPOCA FURONO IL DRAKKAR VIKINGO E L' ASCIA BIPENNE,SEGNO DELLA FORTE CONNOTAZIONE POLITICA DEL GRUPPO AI  SUOI ALBORI.
TALE CARATTERISTICA PORTO' ANCHE AD ALCUNE FRIZIONI CON I PIU' MODERATI  EAGLES SUPPORTERS. LA STAGIONE SUCCESSIVA I VIKING SI SPOSTARONO, AL PARI DI TUTTI I GRUPPI ULTRAS LAZIALI OPERANTI ALL' EPOCA IN CURVA NORD. DA ALLORA IL BALCONCINO POSTO SOTTO IL TABELLONE E' IL NOSTRO  FEUDO; SIAMO UN GRUPPO ELITARIO CHE NON SI PONE L' OBIETTIVO DI DIVENTARE DI MASSA ANCHE E SOPRATTUTTO PER NON SNATURARCI. RAPPRESENTIAMO UN GRUPPO DI AMICI, FRA I QUALI CI SONO DIVERSI ULTRAS DI VECCHIA DATA, ED, IN UN CERTO SENSO, LA COSCIENZA STORICA DELLA CURVA.
 
2.. diffide e repressione: commento e proposte.
AL DI LA' DELLE CONSUETE PIACEVOLI MA FINI A SE STESSE MANIFESTAZIONI DI RECIPROCA STIMA OCCORREREBBE A NOSTRO AVVISO DARE VITA AD UN "POOL" DI ULTRAS OPERANTI NEL MONDO LEGALE PER CREARE UNA STRUTTURA DI DIFESA DI TUTTI I RAGAZZI INGIUSTAMENTE ACCUSATI. INOLTRE,ANDREBBERO PROPOSTE MODIFICHE ALL' ATTUALE TESTO DI LEGGE DEL QUALE SI POTREBBE GIUNGERE A CHIEDERE L' INCOSTITUZIONALITA', PER ALTRO
GIA' RIMARCATA DA GIURISTI DI GRANDE FAMA IN DIVERSE SEDI.
3.. Credete nel "Gemellaggio" di curva o nell'amicizia tra gruppi?
LE CURVE SONO SPESSO TROPPO FRAMMENTATE. COMUNQUE SIAMO FIERI DI ALCUNI GEMELLAGGI NEI QUALI SI IDENTIFICA L' INTERA TIFOSERIA LAZIALE (VEDI VERONA,INTER E REAL MADRID) E, PARALLELAMENTE, SIAMO IN AMICIZIA ANCHE CON I GRUPPI CHE COMPONGONO "VIKING ITALIA", I "REBELS" AREZZO E LE BRIGADAS DELL' ESPANOL
 4.. Secondo Voi, che futuro avrà il "Movimento Ultras"?
SECONDO NOI IL MOVIMENTO ULTRAS DEVE RITORNARE A CERTI VALORI DIMENTICATI; BASTA CON I VANDALISMI, LA VIOLENZA GRATUITA, LE IMBOSCATE IN TANTI CONTRO POCHI, I "PISCHELLI" CHE INSULTANO E MINACCIANO BEN PROTETTI DA VETRI ANTI SFONDAMENTO, PRONTI, POI, A DILEGUARSI NON APPENA  LO SCONTRO DIVENTA REALE.
INOLTRE, OCCORRE TORNARE A RIVEDERE SE STESSI NELL' ULTRAS OPPOSTO A NOI; SE  E' IL CASO PUO' STARCI ANCHE UNO SCONTRO LEALE FRA GRUPPI MA , ALLA FINE, AL DI LA' DEI COLORI DELLA SCIARPA, DEVONO ESSERCI STIMA E RISPETTO PER CHI LI MERITA.

5.. Cosa pensate dell'ingresso di quasi tutti i gruppi nel mondo di Internet?
QUESTO E' UN ASPETTO DI MODERNIZZAZIONE CHE ABBIAMO ACCETTATO E PORTATO AVANTI; IN FONDO E' UN MODO PER FARE CONOSCERE ,SENZA FILTRI, IL PROPRIO GRUPPO E LE IDEE CHE ESSO INCARNA.MEGLIO UNA PAGINA WEB GENUINA CHE CERTE BIECHE IMMAGINI DATE DAI MEDIA UFFICIALI.
6.. A voi l'Ultima Parola.
LUNGA VITA A TUTTI COLORO CHE SI BATTONO PER LA SALVAGUARDIA DEL MOVIMENTO ULTRAS. DOBBIAMO SUPERARE CERTE DIVISIONI PER FARCI SENTIRE IN TUTTE LE SEDI ISTITUZIONALI E COMBATTERE LA REPRESSIONE INDISCRIMINATA PROGETTATA DA CHI VUOLE FARE DEGLI STADI DEI CINEMA PER FAMIGLIE E RENDERE QUESTE
ULTIME DEI CLIENTI DI UN PRODOTTO.IL TIFO E' PASSIONE POPOLARE, IDEALISMO,ARDIMENTO; NON RIDUCIAMOLO AD UN SUPER MERCATO. 
  VIKING LAZIO

2 novembre 2001

Ultras Inside - La Voce degli Ultras! - Numero 11

Mensile - Anno I - numero 11 - mese Novembre 2001
Ciao Ragazzi! benvenuti a tutti all'11° numero de "La Voce degli Ultras!", il bollettino ultras che ci accompagna ogni mese.
visitate il sito. lo abbiamo perfezionato ancora per essere ancora più degni della vostra fiducia;
inserite le foto de "l'arte va premiata!" con un nuovo sistema di voto.
inviateci le foto della vostra curva per farle vincere al concorso!
buona lettura e buon tifo a tutti!!!!
 

NEWS
Questa rubrica non vuole fomentare violenza di nessun genere. Non faremo commenti e ci limiteremo a pubblicare le notizie più eclatanti successe nel mese precedente l'uscita del bollettino; Combattiamo la violenza negli stadi...salvaguardiamo il Movimento Ultras!
30/09/01 "Meglio a tavola col vino che abbonato a Ferlaino!"
grande iniziativa dei gruppi della curva A del Napoli, che per contestare l'operato del patron Ferlaino, hanno pensato di manifestare in piazza con uno striscione enorme recante la scritta: "Meglio a tavola col vino che abbonato a Ferlaino!"e offrendo vino ai passanti; un'idea ubriacante!
30/09/01 Atalanta: 'Nè la città, nè i tifosi sono razzisti'
Dopo il plateale e rabbioso gesto di Carlo Mazzone contro i tifosi dell’Atalanta e le sue dichiarazioni al veleno, la società nerazzurra si è sentita in dovere di difendere la sua tifoseria con un comunicato stampa. “In relazione alle dichiarazioni rilasciate ieri dal sig. Mazzone agli organi stampa al termine della gara di campionato di Serie A Tim Brescia-Atalanta, susseguenti a un comportamento antiregolamentare tenuto dallo stesso e rilevato dall'arbitro, l’Atalanta B.C., nello stigmatizzare il contenuto delle dichiarazioni medesime, ribadisce che nè la città di Bergamo nè i propri sostenitori si sono mai resi protagonisti di episodi di razzismo. Riteniamo pertanto lesivo dell'immagine e della reputazione di Bergamo e della nostra Società quanto dichiarato dall'allenatore del Brescia Calcio. La Società intende inoltre evidenziare il grande senso di responsabilità tenuto dalla tifoseria bergamasca che, unitamente al lavoro svolto dalle forze dell'ordine, ha permesso il regolare deflusso dallo stadio 'Rigamonti' nonostante fosse stata generata una situazione ad alto rischio di incidenti”.
06/10/01 Francia-Algeria sospesa per invasione e incidenti
Era considerata una partita a rischio quella amichevole tra Francia e Algeria. La vigilia è stata carica di tensione. Il centrocampista francese Zinedine Zidane minacciato di morte attraverso una lettera anonima.è bastata un'invasione di campo al 12' della ripresa di un isolato spettatore vestito con la maglia dell'Algeria per far scattare la scintilla della violenza sugli spalti, dopo si sono registrati incidenti. A quel punto gli organizzatori hanno ben pensato di far sospendere definitivamente dall'arbitro il confronto.
Per la cronaca l'amichevole tra Francia e Algeria è stata definitivamente sospesa al 75', sul punteggio di 4-1 per la Francia. Il ministro dello Sport, Marie-George Buffet, e il presidente della Federcalcio francese, Claude Simonet, hanno lanciato un appello alla calma dalla tribuna d'onore, invitando la gente a lasciare lo stadio senza creare disordini. Immediatamente evacuata la tribuna autorità, nella quale aveva preso posto fra gli altri il primo ministro Lionel Jospin
08/10/01Incidenti: arrestati un tifoso della Reggina e uno del Palermo
Arrestato dai carabinieri un ragazzo marocchino di 17 anni tifoso della Reggina sorpreso mentre lanciava bottiglie ed altri oggetti contundenti contro i sostenitori del Palermo dopo l´ incontro che le due squadre hanno disputato ieri nello stadio Granillo. Il giovane arrestato vive da molti anni a Reggio Calabria e da tempo segue le partite delle Reggina, tanto da essere diventato uno dei sostenitori piu´ affezionati della formazione amaranto. Ieri, dopo la partita, e´ stato notato dai carabinieri mentre lanciava bottiglie e sassi contro i pullman a bordo dei quali i tifosi del Palermo stavano raggiungendo gli imbarcaderi dei traghetti per fare ritorno nel capoluogo siciliano. Il giovane si sarebbe abbandonato a gesti d´intemperanza anche contro altri tifosi del Palermo che si stavano recando a piedi nella zona degli imbarcaderi. Un altro arresto è quello che ha riguardato un tifoso palermitano, Domenico Lipari, di 25 anni, accusato di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Lipari, secondo quanto hanno riferito gli investigatori, avrebbe tentato di entrare nello stadio senza pagare il biglietto. Il giovane avrebbe anche aggredito un agente di polizia, che ha riportato lievi contusioni
17/10/01Violenza Stadi, Arriva Legge Meno Severa Con Hooligans
Il Senato ha approvato oggi in via definitiva il decreto contro la violenza negli stadi. Per molti "addetti ai lavori" rappresenta una legge meno severa nei confronti degli hooligans. Infatti alla Camera era stato approvato un emendamento che riguarda la possibilita' di pagare con una multa, invece che con l'arresto e il rischio di sei mesi di carcere, l'invasione di campo e lo scavalcamento di muri e divisori dello stadio. L'altro emendamento, approvato sempre dalla Camera, riguarda la cosiddetta "flagranza allargata" che prevedeva l'arresto del responsabile di violenza durante le manifestaziuoni sportive "nell'arco delle 48 ore". Scompare quindi l'arresto "allargato" che finora ha permesso a polizia e carabinieri di colpire i violenti mentre e' stato reinserito nelle 48 ore il fermo di polizia soggetto al giudizio del magistrato per i colpevoli di aggressione alle persone o di gravi violenze sulle cose.
17/10/01 Diventa legge il decreto sulla violenza negli stadi
Il Senato ha dato oggi semaforo verde alla conversione in legge del decreto del governo sulla violenza negli stadi che da più poteri alla polizia nel prevenire e reprimere i tumulti della domenica. Il provvedimento è tornato al Senato, dopo che la Camera dei deputati aveva deciso di eliminare dal testo la disposizione che dava alle forze dell'ordine il potere di arrestare i presunti responsabili di violenze entro le 48 ore dal fatto, senza il vaglio del giudice. Il Senato ha approvato il testo emendato dalla Camera a tre giorni dalla scadenza del decreto, che era stato varato dal governo il 20 agosto sull'onda dell'episodio dello stadio Meazza, quando ultras gettarono dagli spalti un motorino bruciato. La nuova legge allarga la platea dei soggetti cui il Questore può vietare l'ingresso negli stadi alle persone già denunciate per aver portato sugli spalti emblemi razzisti o caschi protettivi. Vengono introdotti poi nuovi reati - lancio di oggetti contundenti e invasione di campo mentre è in corso la partita -, e viene aumentata la pena per i reati di porto d'armi e oggetti offensivi qualora ciò avvenga durante le manifestazioni sportive.

DAI GRUPPI
Pubblichiamo le interviste rilasciate al direttivo di Ultras Inside. Queste storie verranno raccolte nella rubrica "dai gruppi"
http://www.ultrasinside.it/gruppi.html per rilasciare il vostro contributo, potete inviare una email a: club@ultrasinside.it
VIKING LAZIO
1.. breve cenno storico del gruppo;
IL GRUPPO NACQUE NEL 1978 PER INIZIATIVA DI ALCUNI RAGAZZI CHE SI POSIZIONARONO NELLA CURVA SUD DELLO STADIO OLIMPICO. I PRIMI  SIMBOLI UTILIZZATI ALL' EPOCA FURONO IL DRAKKAR VIKINGO E L' ASCIA BIPENNE,SEGNO DELLA FORTE CONNOTAZIONE POLITICA DEL GRUPPO AI  SUOI ALBORI.
TALE CARATTERISTICA PORTO' ANCHE AD ALCUNE FRIZIONI CON I PIU' MODERATI  EAGLES SUPPORTERS. LA STAGIONE SUCCESSIVA I VIKING SI SPOSTARONO, AL PARI DI TUTTI I GRUPPI ULTRAS LAZIALI OPERANTI ALL' EPOCA IN CURVA NORD. DA ALLORA IL BALCONCINO POSTO SOTTO IL TABELLONE E' IL NOSTRO  FEUDO; SIAMO UN GRUPPO ELITARIO CHE NON SI PONE L' OBIETTIVO DI DIVENTARE DI MASSA ANCHE E SOPRATTUTTO PER NON SNATURARCI. RAPPRESENTIAMO UN GRUPPO DI AMICI, FRA I QUALI CI SONO DIVERSI ULTRAS DI VECCHIA DATA, ED, IN UN CERTO SENSO, LA COSCIENZA STORICA DELLA CURVA.
 
2.. diffide e repressione: commento e proposte.
AL DI LA' DELLE CONSUETE PIACEVOLI MA FINI A SE STESSE MANIFESTAZIONI DI RECIPROCA STIMA OCCORREREBBE A NOSTRO AVVISO DARE VITA AD UN "POOL" DI ULTRAS OPERANTI NEL MONDO LEGALE PER CREARE UNA STRUTTURA DI DIFESA DI TUTTI I RAGAZZI INGIUSTAMENTE ACCUSATI. INOLTRE,ANDREBBERO PROPOSTE MODIFICHE ALL' ATTUALE TESTO DI LEGGE DEL QUALE SI POTREBBE GIUNGERE A CHIEDERE L' INCOSTITUZIONALITA', PER ALTRO
GIA' RIMARCATA DA GIURISTI DI GRANDE FAMA IN DIVERSE SEDI.
3.. Credete nel "Gemellaggio" di curva o nell'amicizia tra gruppi?
LE CURVE SONO SPESSO TROPPO FRAMMENTATE. COMUNQUE SIAMO FIERI DI ALCUNI GEMELLAGGI NEI QUALI SI IDENTIFICA L' INTERA TIFOSERIA LAZIALE (VEDI VERONA,INTER E REAL MADRID) E, PARALLELAMENTE, SIAMO IN AMICIZIA ANCHE CON I GRUPPI CHE COMPONGONO "VIKING ITALIA", I "REBELS" AREZZO E LE BRIGADAS DELL' ESPANOL
 4.. Secondo Voi, che futuro avrà il "Movimento Ultras"?
SECONDO NOI IL MOVIMENTO ULTRAS DEVE RITORNARE A CERTI VALORI DIMENTICATI; BASTA CON I VANDALISMI, LA VIOLENZA GRATUITA, LE IMBOSCATE IN TANTI CONTRO POCHI, I "PISCHELLI" CHE INSULTANO E MINACCIANO BEN PROTETTI DA VETRI ANTI SFONDAMENTO, PRONTI, POI, A DILEGUARSI NON APPENA  LO SCONTRO DIVENTA REALE.
INOLTRE, OCCORRE TORNARE A RIVEDERE SE STESSI NELL' ULTRAS OPPOSTO A NOI; SE  E' IL CASO PUO' STARCI ANCHE UNO SCONTRO LEALE FRA GRUPPI MA , ALLA FINE, AL DI LA' DEI COLORI DELLA SCIARPA, DEVONO ESSERCI STIMA E RISPETTO PER CHI LI MERITA.

5.. Cosa pensate dell'ingresso di quasi tutti i gruppi nel mondo di Internet?
QUESTO E' UN ASPETTO DI MODERNIZZAZIONE CHE ABBIAMO ACCETTATO E PORTATO AVANTI; IN FONDO E' UN MODO PER FARE CONOSCERE ,SENZA FILTRI, IL PROPRIO GRUPPO E LE IDEE CHE ESSO INCARNA.MEGLIO UNA PAGINA WEB GENUINA CHE CERTE BIECHE IMMAGINI DATE DAI MEDIA UFFICIALI.
6.. A voi l'Ultima Parola.
LUNGA VITA A TUTTI COLORO CHE SI BATTONO PER LA SALVAGUARDIA DEL MOVIMENTO ULTRAS. DOBBIAMO SUPERARE CERTE DIVISIONI PER FARCI SENTIRE IN TUTTE LE SEDI ISTITUZIONALI E COMBATTERE LA REPRESSIONE INDISCRIMINATA PROGETTATA DA CHI VUOLE FARE DEGLI STADI DEI CINEMA PER FAMIGLIE E RENDERE QUESTE
ULTIME DEI CLIENTI DI UN PRODOTTO.IL TIFO E' PASSIONE POPOLARE, IDEALISMO,ARDIMENTO; NON RIDUCIAMOLO AD UN SUPER MERCATO. 
  VIKING LAZIO

 
E' ATTIVA LA CHAT DI ULTRAS INSIDE!
Partecipate tutti!
Siccome non è ancora molto frequentata
l'appuntamento è ogni sera dopo le 21:00
Cerchiamo solo di mantenere un comportamento dignitoso.

MILAN - LAZIO SENZA COMMENTO !!!!!!!
 
...ENNESIMA ALZATACCIA ACCOMPAGNATA DALLA FRASE :"MA NE VARRÀ LA PENA ?"...
FUGATO OGNI DUBBIO SI DECIDE, COME AL SOLITO, DI PARTIRE MALGRADO LA PIOGGIA ED IL RITORNO ALL'ALBA... STOICI COME SEMPRE !
DOPO UN VIAGGIO CHE E' STATO SIMILE AD UN'EPOPEA, PER I QUATTRO INCIDENTI INCONTRATI SULLA A/1 E VARI PROBLEMI DI PERCORSO,
ARRIVIAMO A MILANO DOVE OLTRE AD UNA PIOGGIA FASTIDIOSISSIMA TROVIAMO LA VERA SORPRESA DELLA GIORNATA...
UN DECRETO LEGGE INTERPRETATO ALL'OCCORRENZA ED A META' VIETAVA LA VENDITA DEI BIGLIETTI AI TIFOSI OSPITI, QUINDI UNO SCHIERAMENTO MASSICCIO ED ESAGERATO DI FORZE DELL'ORDINE (?) CI HA FORZATAMENTE RINCHIUSO IN DUE SPAZI; UNO ANTISTANTE AI CANCELLONI D'INGRESSO AL SETTORE "RISERVATO" A NOI ED UNO IN PROSSIMITÀ DEL PARCHEGGIO OSPITI.
TUTTO CIO' PERCHÉ ESISTE UN DECRETO LEGGE RARAMENTE ATTUATO (RICORDO SOLO UDINE NELL'OTTOBRE DEL 1999) CHE PREVEDE IL DIVIETO DI VENDITA DEI BIGLIETTI PER LA TIFOSERIA OSPITE NELLA CITTÀ DOVE SI GIOCA LA PARTITA, E FINO A QUI, PER QUANTO ALLUCINANTE, CI SI POTEVA ANCHE STARE; MA LA COSA PIÙ IRRITANTE E' STATO SAPERE CHE I BOTTEGHINI AVEVANO CHIUSO LA VENDITA DI TALI TAGLIANDI 20 MINUTI PRIMA DELL'INIZIO DELL'INCONTRO, QUINDI FINO ALLE 20:10 IL DECRETO LEGGE IN QUESTIONE NON ERA ASSOLUTAMENTE STATO ATTUATO NE DALLE FORZE DELL'ORDINE, NE DALLA DIRIGENZA DEL MILAN.
L'ULTRAS E' CONSIDERATO UNA BESTIA E COME TALE VIENI TRATTATO... SOTTO UNA PIOGGIA INCESSANTE NON C'E' STATA UN'ANIMA CHE VENISSE A DARCI UNA SPIEGAZIONE E LE POCHE NOTIZIE PERVENUTE ERANO DELLE AUTENTICHE PRESE IN GIRO...
MORALE DELLA FAVOLA ?
TUTTA LA PARTITA SIAMO STATI FUORI, SOTTO L'ACQUA, RINCHIUSI ALL'ANGOLETTO CON DUE GUARDIE A TESTA PER POI DOVER CONSEGNARE I DOCUMENTI PER POTER TORNARE AI PULLMAN E RIPRENDERE LA VIA DI CASA DOVE GIUNGIAMO ALLE 09:00 DEL MATTINO SEGUENTE !
200 TIFOSI FUORI E 400 GUARDIE A CONTROLLARE CHE FOSSE ATTUATO CON UN VERO E PROPRIO "SEQUESTRO DI PERSONA" UN DECRETO LEGGE ASSURDO, VECCHIO E PERALTRO INTERPRETATO A SECONDA DELLE ESIGENZE E DELLA TIFOSERIA.
NON VI E' UN POSSIBILE COMMENTO A TUTTO CIO', COME NON E' POSSIBILE UN COMMENTO SULLA PARTITA SIA PERCHÉ NON CI E' STATO DATO MODO DI VEDERLA E SIA PERCHÉ FORSE... NON CI SIAMO PERSI PROPRIO NULLA...!!!
NON E' QUESTO IL MOMENTO DI FARE CRITICHE ALLA SQUADRA ED ALLA SOCIETÀ... STIAMO ALLA FINESTRA PER CAPIRE BENE QUELLO CHE SUCCEDE...
UNA DOMANDA SORGE SPONTANEA :" MA SE TANTO ACCANIMENTO PER ELIMINARE IL MONDO ULTRAS FOSSE STATO USATO PER LA CATTURA DI TANTI BOSS, TOTO' REIINA SAREBBE STATO LATITANTE 27 ANNI "???
MIO PADRE MI HA INSEGNATO UNA COSA ... CHI HA PIÙ BUON SENSO ED INTELLIGENZA LA USI !!!
 
... ABBIAMO PROPRIO TOCCATO IL FONDO...

 
LA NAZIONALE DEGLI ULTRAS
"Ci piacerebbe vedere almeno per una volta gli elementi più rappresentativi di ogni gruppo ultras italiano uniti per seguire una trasferta importante della nazionale azzurra…". E’ questo il desiderio formulato al termine de Il Gruppo, libro degli ultras juventini uscito non molto tempo fa. E perché non provare ad immaginarlo già per il prossimo mondiale Giappone? Questo è il sogno ad occhi aperti di cosa potrebbe accadere all’aeroporto per Tokyo. Protagonisti i tifosi più accesi, per l’appunto.
  1. Alla divisione tra fumatori e non fumatori in relazione ai posti sull’aereo, gli ultrà italiani scoprono di non possedere le stesse idee. Nessuno, ovviamente, sceglie di andare tra i non fumatori. Ma è sulla qualità del fumo che si accendono scontri e si abbracciano curiose alleanze. I veronesi con gli juventini, i romanisti con i laziali, gli interisti con i bolognesi. L’unità si ritrova una volta iniziato il viaggio. Tutti partecipano all’assalto alla business class. Bottino: una bottiglia di champagne e una giarrettiera dell’hostess più carina. Meglio che niente
  2. Il viaggio è lungo, noioso, stancante. Gli ultrà decidono di trascorrere il tempo raccontando autoironicamente la volta che se le sono prese di più. Il giochino sarebbe anche bello. Peccato che non parli nessuno
  3. Approdo in Giappone. Viene picchiato un bimbo giapponese perché parla giapponese. Discussione furente tra gli ultrà: non è questo lo spirito ultrà. Vengono allora picchiati tutti i bambini di un asilo giapponese
  4. Gli ultrà non capiscono un cazzo delle indicazioni e si ritrovano allo stadio a vedere Polonia-Tunisia. Dormita generale e uno dei componenti del gruppo – il veneziano – viene picchiato da 8 tedeschi, anch’essi vittime dei cartelli e, quindi, venuti a vedersi la partita sbagliata
  5. Ritorno in patria mesto e incazzoso. Pur non avendo fatto un tubo, tutti gli ultrà italiani vengono sottoposti dalla pula giapu al provvedimento di diffida. Non che firmare ogni domenica li spaventi (ci sono abituati). Ma sai che rottura di coglioni prendere l’aereo per Tokyo ogni domenica…
Paolo Rossi
Responsabile di www.testadicalcio.it

 


SEGNALIAMO DAL WEB
 
Sito Italiano....le Grandi
(VIKING GUERRIERI SALERNO)
Nuovo url e nuovo look per il sito dei Viking Guerrieri, all'undicesimo anno di Militanza Ultras.
Gruppo allegro e dallo stile inconfondibile; il sito si presenta molto bene ed è molto
migliorato dal punto di vista degli aggiornamenti; belle e accattivanti le rubriche.
Una tifoseria che tenta la rinascita, magari accompagnata da successi dei granata....avanti ragazzi!
*Grafica 8 *Testi 9 *Informazione 8,5 *Originalità 8
Voto Totale 8,5
 
Sito Italiano...le Piccole
(Juventude Crociata Padova)
Non sarebbe il caso di mensionarli tra "le piccole", ma la categoria in cui imperversa la squadra non da il giusto merito ad una tifoseria tra le più calde del movimento;
oltre tutto sono stati tra i primi a seguire la nazionale italiana dietro la sigla della lorto città....
sito bello; semplice e molto lineare. Molte le rubriche e tutte molto interessanti,
da vedere!
*Grafica 6,5 *Testi 7 *Informazione 7 *Originalità 7,5
Voto Totale 7
 
Sito Estero
(Torcida Gornik Zabrze POLONIA )
Bello bello bello! strabiliante questo sito polacco.
realtà forse poco condiderate, quelle dell'est, ma in netta crescita!
hanno uno stile tutto italiano di fare il tifo: molto simile al nostro modello primi anni '80...a chi non sono rimasti nel cuore....
tante rubriche e tante foto. visitatelo subito!
*Grafica  8 *Testi 8 *Informazione 9 *Originalità 8
Voto Totale 8

4° CONCORSO "L'Arte va Premiata !!!"