14 dicembre 2003

Comunicato Ufficiale FEDAYN PALERMO

IN MERITO ALL'UNIONE CON IL CLUB FILICIUZZA,VI INFORMIAMO DELLA NASCITA DEL NUOVO GRUPPO CHE SI SUDDIVIDONO IN: "SUPPORTERS VILLA TASCA" E "SUPPORTERS FILICIUZZA FILIPPO COPPOLA.
CON ORGOGLIO RIPONIAMO IL NOSTRO VECCHIO NOME "FEDAYN" CHE CI HA ACCOMPAGNATI,SINO AD ORA,SEMPRE E FINO ALLA MORTE ONORIAMO I NOSTRI COLORI

8 dicembre 2003

Ultras Inside - La Voce degli Ultras! - Anno 3 - Numero 12


Mensile anno III nr 12 Dicembre 2003

EDITORIALE


Ciao amici Ultras;
eccoci tornati al consueto appuntamento con "la Voce degli Ultras!"  il bollettino virtuale di Ultras Inside;
abbiamo apportato numerose modifiche sia al sito che al bollettino non più inviato via email ma visto in rete con le apposite password;
speriamo che tutti i nostri sforzi siano graditi da tutti voi che sempre più numerosi affollate le nostre pagine.
Vi salutiamo e vi diamo appuntamento al prossimo mese.
buona lettura con Ultras Inside
"La Voce degli Ultras!"






articoli inviati dai nostri utenti del Club Ultras Inside
Questa rubrica non vuole fomentare violenza di nessun genere. Non faremo commenti e ci limiteremo a pubblicare le notizie più eclatanti successe nel mese precedente l'uscita del bollettino; Combattiamo la violenza negli stadi...salvaguardiamo il Movimento Ultras!
 

E la svolta di Fini spacca gli ultras

02/12/2003 - Fonte: www.repubblica.it

Dopo Torino, anche allo stadio di Roma striscioni contro il leader di An: "Sei come Badoglio" Il capo dei Boys romanisti: forse vuol candidarsi al posto di Sharon I Fighters juventini si dissociano dallo striscione apparso durante Juve-Inter

GOFFREDO DE MARCHIS

--------------------------------------------------------------------------------

ROMA - «Se la Mussolini fa un partito noi aderiamo in massa». Parla Paolo Zappavigna, leader dei Boys, tifosi della Roma. Lo striscione apparso ieri in curva Sud, durante Roma-Lecce, porta la sua firma. Un messaggio semplice: «Fini m...». «Non si rinnega il passato - dice Zappavigna -. Ma forse Fini ha deciso di fare il candidato premier in Israele, al posto di Sharon...».
Hanno una vetrina unica, migliaia di spettatori allo stadio e milioni in televisione. E la sfruttano anche per dire la loro in politica. Sono gli ultras delle squadre di calcio. Ultimo bersaglio: lo strappo di Gianfranco Fini, le dichiarazioni del viaggio in Israele. Le curve italiane sono spesso monopolizzate dai tifosi di destra e gli scontri in An hanno aperto un dibattito anche lì, nel cuore del tifo più profondo. A Torino, durante Juventus-Inter, Forza Nuova ha lanciato il suo slogan: «Fini traditore d´Italia». Gli hanno fatto eco i romanisti raddoppiando. Due striscioni, quello di Zappavigna e un altro poco più in basso: «Fini come Badoglio». Insomma, traditore. Ma perché, voi siete fascisti? «Abbiamo un ideale di destra. E non si cancella così la nostra storia. Prima la proposta del voto agli immigrati, ora le parole contro Mussolini, contro la Repubblica sociale. Io dico: ognuno al Paese suo e ognuno rispetti le sue radici», risponde il capo dei Boys.
Le curve sono luoghi di difficile decifrazione. Si abbracciano tutti quando Totti o Del Piero o Sheva segnano un gol, si guardano in cagnesco e
ingaggiano vere lotte di potere prima e dopo la partita. Molti ultras, poi, crescono, mettono su famiglia e lasciano le battaglie intestine alle nuove leve. Vittorio Trenta, romanista e curvarolo dall´età di sei anni, ora va all´Olimpico con la figlia. Era uno dei capi dei Cucs. Tendenzialmente di sinistra, oggi disilluso. «Non vorrei entrare in questo dibattito. Hanno fatto bene o male a esporre gli striscioni? Non lo so, non li ho neanche visti. Diciamo che la politica all´interno dello stadio non mi interessa», spiega Trenta. Un modo per dire che dovrebbe starne fuori, lasciarla alle stanze del Palazzo.
E invece la politica, in curva, c´è. In forme tutte particolari, ma c´è. E si fa sentire, con i cori razzisti, con qualche richiamo antisemita e oggi con gli striscioni anti-Fini. A Torino i Fighters prendono le distanze dall´iniziativa di Forza Nuova. Lo fanno con un comunicato ufficiale: «Il direttivo del gruppo storico si dissocia dallo striscione di natura politica apparso sugli spalti durante Juve-Inter». E precisano: «Uno dei fondamenti dei Fighters è quello di non voler fare politica». Ma la realtà, a Torino, a Roma e un po´ dappertutto, è che le curve riproducono le divisioni che tutti i giorni vediamo in Parlamento e nei partiti. Con una maggioranza schiacciante favorevole al centrodestra. Una regola che non vale solo per tifoserie storicamente schierate da quella parte, a cominciare da quella laziale. Però sabato, a Siena, gli «Irriducibili» biancocelesti non si sono sbilanciati, nessun riferimento politico, forse colpa del cattivo momento della squadra. Non è l´occasione migliore per distrarsi. Nella curva romanista invece la rivoluzione culturale e politica è stata fragorosa. Zappavigna ricorda: «Negli anni ?70, in tutta la curva i missini erano al massimo cinquanta. Oggi la maggioranza è di destra». Un tempo gli ultras romanisti erano di sinistra, accolti con affetto in altri stadi con tifosi di sinistra. Oggi le proporzioni sono radicalmente cambiate. E nella destra attuale la curva Sud sembra scegliere le posizioni della fronda anti-Fini. I tesserati dei Boys sono mille, pronti a passare armi e bagagli con la Mussolini strizzando l´occhio a Storace. «Molti di noi - annuncia Zappavigna - saranno mercoledì all´Hilton per l´iniziativa di destra sociale».
Storace è romanista mentre Fini è simpatizzante laziale per via della moglie Daniela che ha un cuore biancoceleste. La fede calcistica però c´entra poco con le scelte di oggi. Se è vero che le curve sono soprattutto di destra, è anche vero che nella gran parte dei casi sono a destra di Alleanza nazionale. Ci sarà una maggioranza silenziosa, ma quelli che si fanno sentire non amano le svolte, sono disinteressati all´evoluzione di un partito che punta a sbarcare un giorno a Palazzo Chigi. Semmai Fini può fare il candidato premier a Gerusalemme, no?
 

 

Basta con la repressione

03/12/2003 -
Piano piano lo stato ci sta togliendo la liberta di esprimere le nostre idee!!!!
A milano hanno multato la societa poiche' i propri sostenitori hanno intonato cori contro i carabinieri,premesso che secondo me e' un gesto da evitare,ritengo che non si puo obbligare un ultras o un gruppo a pensarla come vogliono loro!!!
A Napoli hanno raggiunto il massimo,hanno multato la societa perche un gruppo ha esposto uno striscione contro un giornalista a tutto questo dico basta perche lo stato non puo privare ad un essere umano di pensare e manifestare il propio pensiero!!!!!!!
NO ALLA REPRESSIONE Vopi che ne pensate e vi prego evitate gli insulti gratuiti!!!!!!!
 

Scontri

07/12/2003 -  Fonte: www.ansa.it
Calcio: Rissa tra tifosi Napoli e Reggina
(ANSA) - ROMA, 7 DIC - Un tifoso della Reggina e' stato accoltellato e ferito all'addome nel corso di una rissa tra sostenitori calabresi e del Napoli. E' accaduto, nei pressi della stazione di Roma Tiburtina, sull'Intercity Reggio Calabria-Milano dove si trovavano le tifoserie, rispettivamente dirette a Udine e Venezia. Il treno e' stato bloccato fino alle 8:30 nello scalo ferroviario,dove circa 50 tifosi partenopei sono stati portati in Questura.Il tifoso reggino e'ricoverato all'ospedale Sandro Pertini.
2003-12-07 - 10:54:00

 

Il mio punto di vista sugli ultras

10/12/2003 -
Scrivendo questo articolo mi sono posto la seguente domanda: Come mai c'e' tanta violenza dentro e fuori gli stadi?
Navigando un po per questo sito ho notato che molte volte si usa la parola MENTALITAULTRAS,ho cercato di sfozarmi di capire che cosa volesse significare ma aime non ho saputo trovare una risposta.
Posso capire che lo sport porti ad una rivalita molto accesa ma quando sento parlare di ragazzi morti(vedi Avellino) o feriti (vedi roma)mi dispiace ma non trovo nessuna risposta o meglio la trovo che in Italia ci sono tanti idioti che non hanno meglio da fare di ammazzarsi!!!
Se veramente esiste la MENTALITA,io dico, ma perche gli ultras non si danno appuntamento in una campagna si riempiono di legnate e la fanno finita?
Negli stadi vedo molti striscioni che condannano la repressione secondo il mio punto di vista invece questo è l'unico mezzo per eliminare la feccia che esiste negli stadi Italiani il nostro paese deveprendere esempio dall'Inghilterra dove c'erano gli hooligans che erano molto piu pericolosi degli ultras nostrani oggi gli inglesi non nuociono piu o meglio lo fanno solo in trasferta secondo voi come mai?????
Con questo articolo ho voluto esprimere tutto il mio disappunto sulla situazione che si sta vivendo negli stadi Italiani e dico mandiamo in galera e per molto tempo i teppisti che non sono altro che persone frustrate!!!  
 






 Nuova rubrica di messaggi lasciati sul muro di ultras inside

Sunday 12/28/2003 11:39:38pm
Il tuo nome :
luca
Per che squadra tifi :
roma
E-Mail :
Citta
ROMA
Fai parte del CLUB Ultras Inside ?
no
Commento :
mi sono rotto il cazzo di non poter accendere un fumogeno o una torcia allo stadio xchè rischio la diffida, mi sono rotto il cazzo di fare entrare clandestinamente striscione come:"FINI COME BADOGLIO" (peraltro rappresentanti la verità)oppure altri di solidarietà verso diffidati e detenuti. Mi sono rotto il cazzo di impiegare 12 ore per una trasferta da 5. Mi sono rotto il cazzo di questo calcio moderno!!!



Wednesday 12/24/2003 11:45:37am
Il tuo nome :
Alessandro
Per che squadra tifi :
ASROMA
Di che gruppo fai parte :
ULTRAS ROMANI
Commento :
HAI VINTO `R PALLONE D`ORO
E SEI CECOSLOVACCO...
MA PE` NOI SEI SOLO UN VIGLIACCO!
 

ACCENDI  LA   PASSIONE . . .
SPEGNI LA TELEVISIONE!






Comunicato Ufficiale FEDAYN PALERMO

 

14/12/2003 - Fonte: Comunicato Ufficiale FEDAYN PALERMO

IN MERITO ALL'UNIONE CON IL CLUB FILICIUZZA,VI INFORMIAMO DELLA NASCITA DEL NUOVO GRUPPO CHE SI SUDDIVIDONO IN: "SUPPORTERS VILLA TASCA" E "SUPPORTERS FILICIUZZA FILIPPO COPPOLA.
CON ORGOGLIO RIPONIAMO IL NOSTRO VECCHIO NOME "FEDAYN" CHE CI HA ACCOMPAGNATI,SINO AD ORA,SEMPRE E FINO ALLA MORTE ONORIAMO I NOSTRI COLORI


Ultras: io ci credo


Girando spesso su internet non posso fare a meno di notare quanto si cada sempre più in basso, la parola Ultras non può certo appartenere a certi commenti presenti sul web. Sembra che sia meglio offendere i morti o giudicarsi tra tifoserie per i numeri che invece confrontarsi e chiedersi come mai un movimento come il nostro stia sempre più cadendo in basso, un movimento che ha accomunato e accomuna ancora tante generazioni di ragazzi uniti dagli stessi ideali in cui credere. Siamo nel 2003 e si parla ancora di noi eravamo in 200 voi in 30, ma che ragionamenti sono, io sono sempre stato dell’ idea che se un gruppo affronta una trasferta in 30, in 200 o in 1000, quelle persone che la trasferta l hanno fatta sono sempre e comunque da rispettare. Io sono un Ultras del NordItalia, e sicuramente le tifoserie del Sud nelle trasferte al Nord sono più numerose (parlo di Ultras che partono dal sud) di quando noi scendiamo , ma non vedo perche non si debba rispettare quei 20-30-40 che siano che affrontano la trasferta. Sono ultras pure loro e forse anche con più mentalità! Purtroppo con i tempi che corrono andare in trasferta è sempre più difficile, perché oltre agli orari dettati dalla pay-tv si aggiunge il caro-prezzi, la necessità dell’ acquisto anticipato del biglietto e molte altre problematiche . La repressione per esempio è sempre più violenta e ormai la vecchia diffida di un tempo è ormai accompagnata da denunce e processi che ci costringono a sborsare una marea di soldi e a passare le domeniche, i sabato sera, o i venerdi in questura in compagnia di quattro infami in divisa. Ormai lo scontro tra gruppi è pressoché impossibile, e quindi sono da elogiare quei gruppi che ancora cercano lo scontro tra gruppi sempre e comunque ( vedi bresciani, bergamaschi, cagliaritani e molte altre ).
Penso che ora con i tempi corrono bisognerebbe andare oltre le rivalità e scendere in piazza, far vedere che siamo ancora vivi, che la nostra mentalità va oltre gli abusi, la manifestazione di Milano è stata un buon punto di partenza, spero che ce ne possano essere ancora.

Un diffidato – LIBERTà PER GLI ULTRAS !! COME ON!!





Sito Italiano....le Grandi

(Onda d'urto - Fiorentina)

Un sito storico per il mondo dei tifosi , da molti anni in rete sempre attivo ,
ma da un po di tempo a venire ad oggi non e molto aggiornato.

*Grafica 8 *Testi 6* Informazione 4  *Originalità 7

Voto Totale 6



Sito Italiano...le Piccole
(Ultras Como)
Sito molto semplice e simpatico , molte foto della curva un forum,
inoltre e presente un archivio di foto dal 1991 ad oggi , spettacolare.
Qualche frase in dialetto non manca ma inoltre si da molto spazio alle foto della citta di Como. Da visitare
*Grafica 7*Testi 8 *Informazione 5 *Originalità 8


Voto Totale 7


SITO ESTERO

( Los Demonios - Caracas Fc Venezuela)


Introduzione spettacolare con il diavoletto , sembra ricordare i colori del milan e i loro siti,
sono presenti foto della tifoseria, calendario della squadra e un forum,
 sito molto accattivante graficamente.


*Grafica 10  *Testi 6  *Informazione 6 *Originalità 8


Voto Totale 7+





"L'Arte va Premiata !!!" 6° EDIZIONE 



FINALISSIMA - VOTA IL VINCITORE !!!!

 Vota la foto della tua curva e falla vincere al concorso "l'Arte va Premiata!"
Inviaci la foto della tua curva per farla partecipare al concorso!
 

PER REALIZZARE IL  MATERIALE DEL TUO GRUPPO A PREZZI IMBATTIBILI E DI OTTIMA QUALITA' CONTATTA: 
NCHE PER PICCOLI ORDINI ! 


Offerta eccezionale: chi realizza il proprio materiale alla GUAGIU riceverà in omaggio gli articoli ufficiali di Ultras Inside!




Se vuoi scrivere al notiziario, segnalare eventi e siti, inviarci una foto da pubblicare, non ricevere più il notiziario Ultras Inside, invia un messaggio a :


ODIO ETERNO AL CALCIO MODERNO