22 novembre 2012

COMUNICATO TIFOSERIA ORGANIZZATA DEL GENOA 1893

Dopo l’ennesima prestazione a dir poco scandalosa da parte di una squadra costruita con approssimazione e con tante false speranze, la tifoseria ORGANIZZATA del Genoa 1893 CHIEDE UFFICIALMENTE ad Enrico Preziosi di mettere in vendita la società del GENOA C.F.C. 1893 in modo UFFICIALE,senza se e senza ma.
Dopo anni di promesse e tante parole al vento, è giunta l’ora che le strade della SOCIETA’ DI CALCIO PIU’ ANTICA D’ ITALIA e il Gruppo Preziosi si dividano definitivamente.

NON ACCETTIAMO PIU’ SCUSANTI, NE PREDICHE DA CHI HA INFAMATO E SPUTATO SU I “SUOI” TIFOSI CHE NEL 2005 LE SONO STATI DI GRANDE AIUTO A GIUSTIFICARE IL SUO “ERRORE”. ADDIRITTURA OGGI LEI, CHE GENOANO NON E’ E NON LO SARA’ MAI, SI PERMETTE DI FARE LA CLASSIFICA FRA GENOANI VERI E GENOANI MENO VERI.

Presidente, lei che di giochi se ne capisce, capisca una buona volta che il suo “giocattolo” dal nome GENOA si è rotto definitivamente. La ringraziamo per i pochi momenti sereni che ci ha dato, ma non la potremmo mai dimenticare per i tanti, pure troppi, momenti penosi che ci ha scaricato addosso, sporcando il glorioso e storico blasone del GRIFONE di una vergogna senza precedenti.

GENTILMENTE LE CHIEDIAMO DI FAR PERVENIRE AI MEZZI D’INFORMAZIONE DA LEI PIU’ CARI E PIU’ FEDELI, IL REALE PREZZO DI VENDITA DELLA SOCIETA’ GENOA C.F.C.1893, per far modo che eventuali compratori si avvicinino alla trattativa di acquisto.

DA PARTE NOSTRA SIAMO DISPOSTI AD ACCOGLIERE A BRACCIA APERTE CHIUNQUE ABBIA INTENZIONI SERIE VERSO LA SOCIETA’ GENOA E RIMANIAMO A DIMOSTRARE IL VERO VALORE AFFETTIVO E STORICO CHE QUESTA TIFOSERIA HA SEMPRE AVUTO VERSO IL GENOA E VERSO LA CITTA’ DI GENOVA.

RIMARCHIAMO con orgoglio che i calciatori in forza nel GENOA avranno il nostro MASSIMO SOSTEGNO, basta che continuino ad impegnarsi e si ricordino sempre che stanno giocando nel Genoa, il NOSTRO GENOA.

Presidente, si ricordi che questa città NON è Como e finchè non andrà via dal GENOA, ogni suo interesse economico nel tessuto cittadino sarà sempre contestato e ostacolato.

Signor Preziosi,SI FACCIA DA PARTE… PERCHE’ CI RIPRENDIAMO QUELLO CHE DA PIU’ DI UN SECOLO E’ NOSTRO, IL GENOA !!!

La Tifoseria ORGANIZZATA del GENOA 1893

Fonte: grifoni.org

19 novembre 2012

Sampdoria-Genoa: comunicato del gruppo Ultras Tito Cucchiaroni

Il derby della Lanterna numero 105 tra è Sampdoria e Genoa è ormai alle porte, e le due tifoserie si preparano per la battaglia sportiva. Il Gruppo Ultras della Gradinata Sud Ultras Tito Cucchiaroni ha diffuso un comunicato in vista della stracittadina. Ecco il contenuto integrale:
«L'attesa sta per giungere al termine. Manca poco a quella che rappresenta per noi una partita magari non decisiva, tuttavia importante, fondamentale, da vincere a tutti costi. Vincere, per riassaporare il gusto della vittoria. Vincere, per allontanare questa maledetta crisi. Vincere, per ridare impeto al nostro cammino. Vincere, per far male a all’odiato nemico che avremo di fronte, lo stesso che un anno e mezzo fa si è reso ridicolo davanti all’Italia intera celebrando pateticamente la nostra caduta in serie B.

Sconfitte, infortuni, prove deludenti: la nostra rabbia, delusione e apprensione per il momento attuale della Sampdoria è comune a tutti coloro che tengono a Lei dal più profondo. Tuttavia, il vittimismo e la rassegnazione non hanno mai fatto parte del nostro DNA. La parola resa non ci è mai appartenuta. Tosti, battaglieri, orgogliosi, ecco cosa sono i Sampdoriani.

Ed è per questo motivo che domenica sera, una volta dentro al nostro stadio, metteremo tutto ciò che ci circonda da parte per dedicarci a un solo ed unico obbiettivo: trascinare la Sampdoria alla vittoria. Tutti insieme, a dispetto di età, settore, e quant’altro. Saremo un blocco unico, una muraglia dai colori blucerchiati, la stessa che ha urlato il suo amore per la Sampdoria dopo aver perso una finale di coppa dei campioni o dopo essere retrocessa. Remeremo tutti per 90 minuti nella stessa direzione. Nei momenti di difficoltà urleremo ancora più forte, al punto che il nemico avrà terrore anche solo ad avere la palla fra i piedi. Trasmetteremo a quegli undici ragazzi in campo, con la nostra maglia indosso, la stessa determinazione e voglia di vincere che noi stessi portiamo nell'anima. Renderemo la gradinata opposta ed i suoi giocatori, piccoli, miseri, più insignificanti di quello che sono già, al cospetto dei nostri colori, dei nostri boati, della nostra infinita fede nella Sampdoria».

CON TUTTA LA RABBIA
CHE ABBIAMO IN CORPO..

FORZA SAMPDORIA

SARA’ IL GRIDO DI VITTORIA!!!!!

9 agosto 2012

Comunicato ufficiale: dopo 36 anni si sciolgono i Ranger Empoli

Dopo 36 anni vissuti tra alti e bassi, tra momenti di smarrimento e situazioni storiche come aver varcato i confini del nostro paese con il nostro immancabile striscione, siamo costretti purtroppo a dire BASTA.
BASTA è una parola che nessuno di noi avrebbe voluto dire mai, ma in questi anni il panorama ultras si è mutato notevolmente toccando dei principi che per noi sono e rimarranno punti fermi.

Ultras come piace a noi non è più possibile esserlo, grazie alla stramaledetta TESSERA DEL TIFOSO che con il tempo è riuscita a dividere quel mondo che forse, fosse rimasto unito dall’inizio non sarebbe in questa situazione.

Le trasferte per noi hanno rappresentato e rappresentano uno dei motivi principali perchè un gruppo continui la propria attività, lo scorso anno ogni trasferta vietata è stata un mazzata che col tempo ci ha fatto dire BASTA, se non riusciamo ad essere quello che vogliamo allora BASTA.

Non ci sentiamo certo noi portatori della vera e giusta battaglia, tante tifoserie o gruppi hanno portato e porteranno avanti la propria lotta nei modi che credono più giusti.

Dopo 36 anni di attività noi RANGERS EMPOLI decidiamo di scioglierci poiché non ci sentiamo più adatti a questo mondo ultras, ringraziamo tutti quei ragazzi che negli anni hanno sventolato anche per un solo minuto le nostre bandiere o condiviso con noi una trasferta, salutiamo e abbracciamo i nostri fratelli di PARMA, PERUGIA, MONTEVARCHI e FASANO e tutti coloro i quali abbiamo avuto la fortuna di conoscere negli anni.

Infine chiediamo a tutti quelli che possiedono materiale del gruppo di riporlo in un cassetto come il più prezioso dei ricordi andando comunque sempre fieri del nome RANGERS!!

AMA LA TUA CITTA’ DIFENDI I SUOI COLORI !

RANGERS EMPOLI 1976

Fonte: rangers.it

28 marzo 2012

COMUNICATO ESTREMO SOSTEGNO UCN TRAPANI

COMUNICATO ESTREMO SOSTEGNO UCN TRAPANI
Raccogliamo l'invito dei maggiori esponenti della Curva Nord Trapani che nei mesi scorsi hanno evidenziato l'importanza del ricambio generazionale nella nostra amata Curva.
L'idea era già stata discussa precedentemente ma sempre con esito negativo. Ora però riteniamo che i tempi siano maturi, abbiamo voglia di fare e ci metteremo sempre a disposizione per essere un gruppo unito, con mentalità e che possa avere un grande futuro.
Il primo effetto sortito dalla decisione di metterci tutti dietro la stessa pezza è stato un crescente entusiasmo tra noi, con lo stesso speriamo di essere sempre più uniti e di permettere a chi ha voglia di fare di mettersi in mostra in maniera sana senza andare ad intaccare gli equilibri già esistenti nel nostro contesto.

A chi partecipa alla vita del nuovo gruppo verrà richiesto impegno e sacrificio.
Chiunque abbia voglia di aiutarci è il benvenuto. Obiettivi importanti saranno le trasferte da fare tutti uniti con iniziative compatte e non personali che possono rovinare l'immagine della curva.
Il gruppo è apolitico.
Il gruppo non nasce con l'intento di essere antagonista ad altri gruppi della curva, ma cercherà di dare un contributo alla stessa.

Confermiamo che i nostri veri e unici fratelli restano i ragazzi di Torre del Greco “Corallini99” e che teniamo splenditi rapporti di amicizia con ragazzi di Catania venuti a trovarci in occasione dell'ultimo derby con gli odiati Aretusei. Per il resto rispettiamo chi ci rispetta.
Chiudiamo ringraziando anticipatamente tutti coloro che collaboreranno con noi e ricordandovi che solo grazie all'aiuto di tutti, potremo essere un gruppo all'altezza della fama che contraddistingue la tifoseria Trapanese.

Direttivo ESTREMO SOSTEGNO UCN

26 marzo 2012

Comunicato Hellas Tuteleremo i tifosi

Il Verona ha diramato un comunicato nel pomeriggio dopo i gravi fatti accaduti a Nocera di cui sono stati vittime i tifosi veronesi. Ecco il testo.
"E’ terminata da pochi istanti la riunione tenutasi presso la sede di Via Torricelli tra i vertici societari, per analizzare gli episodi avvenuti durante la partita e quanto subito dai propri supporters in occasione della 32° giornata di campionato. A seguito dei gravi episodi di cui sono stati vittime a Nocera Inferiore i tifosi gialloblù, che il presidente Martinelli ringrazia in prima persona in quanto autori di un comportamento irreprensibile all’insegna della correttezza, Hellas Verona esprime con fermezza il proprio rammarico e la solidarietà per quanto accaduto.

A fronte di tali circostanze, non potendo esercitare direttamente funzioni di ordine pubblico, il club si riserva di raccogliere ulteriori elementi utili che permettano di attivarsi nelle sedi opportune, per far sì che vengano presi provvedimenti nei confronti degli autori dei gesti violenti verificatisi in Campania, e che sia fornita l’adeguata tutela ai sostenitori che si recano in trasferta con l’esclusivo intento di far sentire il proprio appoggio alla squadra, con la consueta passione viscerale che li contraddistingue".

2 gennaio 2012

Comunicato degli Ultras Tito Cucchiaroni: "Col Varese stadio vuoto per due minuti"

Gli Ultras Tito attraverso un comunicato ataccano la società ed invitano i tifosi a restare fuori per due minuti durante la gara con il Varese del 6 gennaio. Questo il comunicato. "Il tempo della pazienza è finito". La lettera si aperta così: "Siamo stanchi. stanchi di parole a cui non seguono mai i fatti. stanchi di pensare ai motivi per cui oggi ci troviamo qui, a metà classifica in serie b, a non riconoscerci in questa sampdoria. stanchi di vederla maltrattata. stanchi di sentirci fare i complimenti per i 20000 (e passa) di marassi, come se questo bastasse davvero. siamo stanchi ma come sempre abbiamo una voglia pazza, incontenibile di sostenere la Sampdoria, di aiutarla a rialzarsi ora che sappiamo che ha bisogno del nostro aiuto come non mai". E prosegue con un messaggio in vista della ripresa del campionato quando la Samp affronterà in casa il Varese: "A tutti quelli che la pensano come noi, che sono stanchi ma ne hanno ancora tanta voglia, chiediamo di unirsi ad un gesto semplice ma preciso, che testimoni all'attuale dirigenza dell'u.c. Sampdoria che per noi così non si può proprio più andare avanti: lasciamo lo stadio vuoto fino al secondo minuto di Sampdoria Varese".