13 marzo 2004

COSI' I VERI TIFOSI VORREBBERO IL CALCIO

COSI' I VERI TIFOSI VORREBBERO IL CALCIO

1) campagna acquisti da effettuarsi solo in estate e divieto di trasferimenti durante il campionato; al massimo, mercato di riparazione ad ottobre.

2) libertà di correre sotto la curva per festeggiare i gol senza essere ammoniti o sanzionati in alcun modo: ormai non c'è più neanche la scusa della perdita di tempo, che si recupera;

FINALMENTE QUESTA NORMA IDIOTA E' STATA ABOLITA NEL MARZO 2001

3) tutte le partite devono essere giocate nello stesso giorno ed alla stessa ora;

4) limitazione degli stranieri nelle squadre (io non ce li vorrei proprio) poichè tolgono spazio ai giovani;

5) stop di un anno al calciatore che dopo aver firmato il contratto con una squadra vuole andarsene in anticipo perché un'altra squadra offre di più;

6) impossibilità per il Presidente di una squadra di essere Presidente o azionista di maggioranza di più squadre di calcio (pensate a Sensi: padrone della Roma ma anche del Palermo: che speranze possono avere i tifosi del Palermo se la loro squadra diventa solo un serbatoio per la Roma?);

7) ripristino della vecchia Coppa dei Campioni: non è giusto che una squadra che non ha mai vinto uno scudetto possa vincere la Champions League;

8) numeri delle maglie da 1 a 11;

9) divieto di esclusiva ad agenzie di viaggio per i biglietti delle partite in trasferta;

10) le maglie siano quelle della tradizione e non cambiate ogni anno per questioni di mercato o quantomeno che i colori delle seconde maglie abbiano solo i colori sociali;

11) no ai nomi dei calciatori sulle maglie;

12) no alla quotazione dei club in borsa (Ormai i presidenti dicono: "vorrei rassicurare gli azionisti..." e non "vorrei rassicurare i tifosi").

13) Calmierare il prezzo dei biglietti settore-ospiti: altrimenti saremo costretti ad andare in incognito in un altro settore...


GLI ULTRAS DOVREBBERO:

1) rifiutare ogni rapporto od aiuto dalle società di calcio;
2) rifiutare ogni "aiuto" dalle forze dell'ordine, il cui compito è controllare e non aiutare;
3) avere nelle proprie curve meno gruppi possibile;
4) andare in trasferta con mezzi propri;
5) coordinare tra gruppi di diverse squadre iniziative clamorose per danneggiare il prodotto televisivo;
6) violare ogni limitazione che dovesse essere posta: del tipo che se mi vieti di andare in trasferta, non inviandomi biglietti o cose del genere, in trasferta ci vado lo stesso, mi compro il biglietto lì e mi metto in mezzo al pubblico avverso, come negli anni '80. 


Curva SUD 1977

4 marzo 2004

Comunicato ufficiale Gioventu' Pitagorica Crotone

La Gioventu' Pitagorica Crotone smentisce categoricamente quanto riportato dagli organi di stampa e dalle emittenti televisive regionali, riguardo un nostro presunto avvicinamento alla societa'F.C.Crotone. Nel ribadire la nostra totale indifferenza verso la societa'attuale e verso tutte quelle che verranno. noi proseguiremo con umilta' e lealta'ad innalzare i nostri vessili in tutti gli stadi d'Italia senza nessuna forma di schiavitu'. La nostra coerenza e mentalita', non sono in vendita, sia chiaro una volta per tutte.
Contro ogni repressione onoreremo Crotone


Direttivo Gioventu' Pitagorica

3 marzo 2004

Comunicato Ultras 1980 Foggia

Gli Ultras 1980 Foggia comunicano che a partire dalla gara di campionato Foggia-Sora del 7/3/’04 si sposteranno nella CURVA NORD dello stadio “Pino Zaccheria”.
Dopo mesi, o per meglio dire anni in cui la situazione ultras a Foggia era di impasse totale, c’era la necessità di una svolta decisa e concreta. In questi tre anni possiamo affermare senza ombra di dubbio, di aver fatto il possibile per ridare mentalità ad una curva che sembrava sempre più abbandonata a se stessa, senza principi e la mentalità che ha contraddistinto gli ultras Foggiani negli anni, in tutta Italia.
La mentalità ultras è stato sempre il valore e l’ideale a cui gli Ultras 1980 si sono ispirati e con il quale hanno agito. Ora più che mai bisognava dare una sterzata, ed ancora una volta noi Ultras 1980 abbiamo preso l’iniziativa, sperando che ciò possa contribuire nel tempo, a ridare a Foggia città il giusto lustro nel panorama ultras nazionale.
Invitiamo tutte le persone che in questi anni hanno creduto in noi e nel nostro operato, a seguirci in questa nuova avventura, con lo stesso entusiasmo, la stessa mentalità e la stessa libertà che ci ha contraddistinto fino ad ora.


…..ESSERE LIBERI…….. ESSERE ULTRAS !

S E N Z A P A D R O N I