13 marzo 2004

COSI' I VERI TIFOSI VORREBBERO IL CALCIO

COSI' I VERI TIFOSI VORREBBERO IL CALCIO

1) campagna acquisti da effettuarsi solo in estate e divieto di trasferimenti durante il campionato; al massimo, mercato di riparazione ad ottobre.

2) libertà di correre sotto la curva per festeggiare i gol senza essere ammoniti o sanzionati in alcun modo: ormai non c'è più neanche la scusa della perdita di tempo, che si recupera;

FINALMENTE QUESTA NORMA IDIOTA E' STATA ABOLITA NEL MARZO 2001

3) tutte le partite devono essere giocate nello stesso giorno ed alla stessa ora;

4) limitazione degli stranieri nelle squadre (io non ce li vorrei proprio) poichè tolgono spazio ai giovani;

5) stop di un anno al calciatore che dopo aver firmato il contratto con una squadra vuole andarsene in anticipo perché un'altra squadra offre di più;

6) impossibilità per il Presidente di una squadra di essere Presidente o azionista di maggioranza di più squadre di calcio (pensate a Sensi: padrone della Roma ma anche del Palermo: che speranze possono avere i tifosi del Palermo se la loro squadra diventa solo un serbatoio per la Roma?);

7) ripristino della vecchia Coppa dei Campioni: non è giusto che una squadra che non ha mai vinto uno scudetto possa vincere la Champions League;

8) numeri delle maglie da 1 a 11;

9) divieto di esclusiva ad agenzie di viaggio per i biglietti delle partite in trasferta;

10) le maglie siano quelle della tradizione e non cambiate ogni anno per questioni di mercato o quantomeno che i colori delle seconde maglie abbiano solo i colori sociali;

11) no ai nomi dei calciatori sulle maglie;

12) no alla quotazione dei club in borsa (Ormai i presidenti dicono: "vorrei rassicurare gli azionisti..." e non "vorrei rassicurare i tifosi").

13) Calmierare il prezzo dei biglietti settore-ospiti: altrimenti saremo costretti ad andare in incognito in un altro settore...


GLI ULTRAS DOVREBBERO:

1) rifiutare ogni rapporto od aiuto dalle società di calcio;
2) rifiutare ogni "aiuto" dalle forze dell'ordine, il cui compito è controllare e non aiutare;
3) avere nelle proprie curve meno gruppi possibile;
4) andare in trasferta con mezzi propri;
5) coordinare tra gruppi di diverse squadre iniziative clamorose per danneggiare il prodotto televisivo;
6) violare ogni limitazione che dovesse essere posta: del tipo che se mi vieti di andare in trasferta, non inviandomi biglietti o cose del genere, in trasferta ci vado lo stesso, mi compro il biglietto lì e mi metto in mezzo al pubblico avverso, come negli anni '80. 


Curva SUD 1977