1 febbraio 2009

Lazio contestata, i più insultati Carrizo e Rossi

Cori pesanti, squadra in ritiro. «Rossi dimettiti», il tecnico: «Non mollo»

ROMA, 30 gennaio - Assenza di carattere, poco impegno, scarso attaccamento alla maglia. Queste le principali accuse che i tifosi biancocelesti - un gruppo di oltre 200 persone per la contestazione annunciata già ieri - stanno muovendo ai calciatori biancocelesti in arrivo a Formello per prendere parte all'allenamento pomeridiano. Alcuni giocatori, come Brocchi, Siviglia, De Silvestri, Diakitè e Mauri, si sono fermati all'ingresso del centro sportivo per parlare con i sostenitori laziali, che hanno riservato una pesante accoglienza soprattutto al portiere argentino Juan Pablo Carrizo. Unico a ricevere applausi il centrocampista Fabio Firmani, protagonista nel match contro il Cagliari di un diverbio con Daniele Conti che gli era costato l'espulsione. A l termine della seduta di lavoro odierna la squadra di Delio Rossi rimarrà in ritiro fino a domenica, quando sara' impegnata nel posticipo dello stadio Olimpico contro il Milan. Per il portiere argentino estromesso dalla formazione titolare a Genova si parla di prestito in Spagna: la Lazio insegue Kalac.

APPELLO A ROSSI - I tifosi a Delio Rossi: «Se non riesci a tenere in mano la situazione, dimettiti». Ma l'allenatore replica: «Sono qui per risolverli i problemi, non per mollare. Non abbandono la barca». Uno striscione ha accolto i giocatori: «Nessun alibi, fuori le p...e»


Fonte: Sportpeople.net