24 febbraio 2009

Comunicato Ultras massesi

"Data la situazione che attualmente regna all'interno della U.S. Massese 1919, quote societarie che passano dalle mani di "personaggi", (che di fatto hanno portato la nostra squadra dalla C1 alla serie D) ad altri "personaggi" che due mesi orsono con proclami triennali hanno promesso il risanamento economico e la salvezza, salvo poi abdicare per i primi dai quali erano succeduti. Istanze fallimentari alle porte, presidenti mai presenti in città, sedi legali che viaggiano di posto in posto, situazione debitoria disastrata, squadra che ad inizio campionato si allenava a Milano e giocava le partite interne ad Aulla ( Grazie all'aiuto politico), giocatori che non percepiscono un centesimo da inizio anno, due allenatori esonerati, l'ultimo dimessosi dopo quattro giorni dovuto a pressioni esterne prima della partita con il Ponsacco, la classifica da piangere con certa retrocessione,
visto tutto questo
I gruppi organizzati della tifoseria Massese , stanchi, amareggiati, sfiniti da questa situazione caotica nella quale chiunque si prende la briga di dettare ordini, di autoplocamarsi, all'occorenza, in qualità di Presidente, Allenatore, Direttore Generale, Direttore Sportivo, salvo poi dileguarsi quando c'è da assumersi delle responsabilità economiche,

Hanno deciso

di mettere in atto questo tipo di protesta, se vogliamo provocatoria, che andrà avanti fino a quando qualcuno della proprietà o chi per essa non si presenterà alla Stadio Comunale degli Oliveti per darci delle spiegazioni plausibili a tutto questo marasma generale. Quindi dato che fino ad oggi solo noi abbiamo messo mano al portafoglio sia per la squadra ed i giocatori che seguiamo e seguiremo per sempre in tutta italia, ci sentiamo nella posizione di:
autoplocamarci: Presidenti, Allenatori, e Dirigenti della U.S. Maassese 1919.

Quello che teniamo a precisare è che tutto ciò verrà fatto nella massima correttezza e solo per il bene della Massese 1919, della nostra storia, del prestigio della nostra città".
A difesa della nostra storia, che se dovrà finire, lo sarà per mano nostra!!!

Gli Ultras