11 febbraio 2009

Comunicato Curva Nord Maurizio Alberti

"Tutti fòri, questo non è derby!"

I gruppi della Curva Nord “Maurizio Alberti” comunicano che sabato, in occasione della partita Pisa-Livorno, non entreranno dentro lo stadio, delimitando il settore centrale della Curva Nord in modo che resti vuoto. Questo per protestare contro la decisione presa dal CASMS, e confermata dal Prefetto, di far partecipare al derby i soli abbonati, e di vietarla alla tifoseria ospite e ai pisani non in possesso di abbonamento. Noi, che siamo tutti abbonati, resteremo fuori. Che razza di derby è un Pisa-Livorno con sole 7500 persone e senza tifoseria ospite? Tutti questi assurdi divieti, tutti questi decreti e questa continua repressione stanno uccidendo la parte più bella di partite come queste, e del calcio in generale: il tifo, le coreografie, il confronto, gli sfottò e il campanilismo che le contraddistingue e le rende speciali. Ci sembra inoltre doveroso precisare al Prefetto di Pisa che in concomitanza della partita di andata raggiungemmo Livorno per attaccare degli striscioni con su scritto “Senza tifosi e colore questo è il derby della repressione”. Striscioni di chiara protesta contro il divieto di trasferta. Il Prefetto invece, per addurre giustificazioni ulteriori al divieto, dichiarò che attaccammo striscioni offensivi nei riguardi della città di Livorno. Le foto di degli striscioni in questione, che contraddicono chiaramente le dichiarazioni pretestuose e false del Prefetto, sono già state ampiamente diffuse. Durante i 90 minuti di gioco fuori dallo stadio verrà allestito un impianto sonoro per ascoltare la partita e verrà offerta birra. Invitiamo la tifoseria nerazzurra ad unirsi alla nostra protesta e a rimanere fuori dallo stadio insieme a noi, ricordando che nella partita di andata perfino i livornesi fecero altrettanto. Non ostacoleremo chi vorrà entrare, ma pretendiamo che sia rispettato lo spazio vuoto in mezzo alla Curva Nord e che non vengano rivolti ridicoli cori offensivi verso un settore ospiti vuoto e verso una tifoseria cui è stata interdetta la presenza da un’assurda decisione che fa solo il male del calcio.

Curva Nord Maurizio Alberti