22 novembre 2007

Perquisizione per 22 ultrà di Samp e Genoa: trovata anche una sciarpa insanguinata

Fonte: ecomatrix.it

C'era anche una sciarpa insanguinata, tenuta come ricordo o come trofeo, tra gli oggetti sequestrati dalla Digos genovese ai tifosi genoani e sampdoriani denunciati per gli scontri avvenuti in via Monticelli a Genova prima del derby il 23 settembre. Con le 22 perquisizioni domiciliari di oggi gli investigatori hanno trovato anche coltelli, fionde, mazze ferrate e mazze di legno, manici di piccone, bandiere, una copia del ''Secolo XIX'' con la cronaca degli scontri, un centinaio di grammi di hashish.

Gli incidenti erano avvenuti intorno alle 16.30, quando un corteo di genoani provenienti dalla sede del club Ottavio Barbieri, all'angolo tra corso De Stefanis e via Ponticelli, incontrò un gruppo di sampdoriani. Duecento tifosi contro duecento, scesi poi a una settantina per parte. Le indagini, condotte attraverso lo studio di foto e filmati (alcuni forniti da cittadini) e con pedinamenti, appostamenti e frequentazione dei locali più in voga tra i tifosi, hanno permesso l'arresto differito (secondo la legge 41/2007) di Andrea Leopizzi, vecchia conoscenza della polizia, e poi il deferimento di 14 genoani e 8 sampdoriani.

La procura ha ottenuto dal gip 9 misure cautelari, di cui 4 in carcere (Stafano Montaldo, Paolo Poletti, Fabio Praticò e Luca Crosa), due domiciliari (Agostino Nelumbo e Andra Biggi) e 3 obblighi di presentazione. Tredici sono gli indagati a piede libero e sottoposti a perquisizione domiciliare e personale. I reati contestati comprendono rissa aggravata, lesioni aggravate, danneggiamento aggravato.