30 marzo 2009

Il questore convoca gli ultras: "Fate la pace o chiudo la curva"

FATE LA PACE o chiudo la curva. E in trasferta non andrete più. Il Questore di Reggio Emilia, Francesco Perucatti, ha affrontato con apprezzabile tempestività e polso la spaccatura tra le due fazioni di ultras granata, le Teste Quadre e il Gruppo Vandelli. Le vecchie ruggini sono riesplose domenica scorsa, a Verona, in una rissa all’esterno dello stadio Bentegodi. Il Questore ha convocato, alle 17,30 di ieri, i capi dei due gruppi e ha parlato chiaro. Sollecitando un chiarimento e una pacifica convivenza per evitare nuovi e più aspri provvedimenti. Mercoledì sera era stato ascoltato il tifoso del «Vandelli» (frequenta la curva saltuariamente), che a Verona aveva acceso la miccia. Alticcio, aveva infastidito alcuni tifosi delle Teste Quadre che avevano reagito. Un cazzotto gli aveva rotto due denti ed era finito all’ospedale. La successiva discussione sull’episodio era degenerata in un parapiglia generale. Anche per questa vicenda, le autorità hanno proibito ai tifosi reggiani la trasferta di Ravenna del prossimo 29 marzo. Terzo divieto stagionale, dopo Padova e Ferrara.

«I RAPPRESENTANTI dei tifosi sono venuti malvolentieri - commenta il questore Perucatti - ma se ne sono andati tranquilli. Ho ribadito piena fiducia nei loro confronti. Tifoseria calda, ma non violenta. Stigmatizzando l’episodio di domenica e considerandolo un fatto isolato, anche alla luce delle dichiarazioni dell’ultrà ferito. Ho detto che se domenica i problemi dovessero continuare il rischio è di non andare più in trasferta. E ci costringerebbero a chiudere la curva, con evidenti danni per tutti. Mi hanno detto che hanno una diversa filosofia di intendere il tifo in curva, ma che si è trattato di un episodio e che è acqua passata. Loro si sono impegnati con me e io mi sono impegnato con loro a tenere un profilo basso col Ministero».

IL QUESTORE ha sottolineato di non aver mai influenzato negativamente l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive del Ministero dell’Interno sulle trasferte dei fans reggiani, consentendo, vicevesa, sempre la partecipazione di quelle ospiti senza farsi condizionare dagli eventuali precedenti negativi. «All’esito della riunione - così conclude una nota diffusa in serata dalla Questura - non si sono evidenziati elementi di preoccupazione per il prossimo turno di campionato, stante le profferte di chiarimento tra i due gruppi ultras».


Fonte: ilrestodelcarlino.ilsole24ore.it