24 agosto 2008

Foggia: Le determinazioni dell´Osservatorio: Zaccheria "non a norma"

L´ Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive riunitosi in seduta ordinaria lo scorso 21 agosto, vista la legge 4 aprile 2007 n° 41 con la quale è stato previsto a decorrere dalla stagione calcistica 2007-08 che le misure richieste dalla legge n° 88 del 2003 e dai decreti ministeriali collegati si applichino integralmente agli impianti sportivi del gioco del calcio con capienza superiore a 7.500 spettatori; considerata la determinazione del 14 giugno 2007 con cui sono stati individuati gli impianti che alla data di entrata in vigore della norma avevano una capienza superiore a 7.500 spettatori e stabilito, per i soli impianti in uso a società che militavano in serie C, la possibilità di ridurre temporaneamente la capienza al di sotto dei 7.500 posti, a fronte della definizione di progetti di adeguamento, da presentare alle Prefetture competenti entro l´inizio del campionato 2007-08, che consentissero comunque la puntuale messa a norma degli stessi entro l´inizio della stagione sportiva ´08-09; alla luce della costante attività di monitoraggio svolta dall´Osservatorio nel corso della passata stagione e dell´invio, ove richiesto, della commissione tecnica di esperti all´uopo costituita dal Capo della Polizia in data 19 febbraio 2008 per fornire ogni utile supporto alle autorità provinciali di Pubblica Sicurezza ed alle società sportive nell´assumere decisioni in materia di sicurezza strutturale degli impianti; preso atto delle comunicazioni pervenute entro le ore 12.00 del 21 agosto dalle autorità provinciali di Pubblica Sicurezza interessate in merito allo stato di avanzamento dei lavori di adeguamento dei predetti impianti, adotta la seguente determinazione: - gli impianti sportivi di Lucca e Sassari sono esclusi dalle successive valutazioni perchè le squadre che li hanno in uso, per la prossima stagione calcistica, non sono più iscritte a campionati professionistici; - l´impianto sportivo di Venezia è anch´esso escluso dalle valutazioni a seguito di una rideterminazione definitiva della capienza a 7.426 in conseguenza della demolizione di parte dello stadio; - i Prefetti delle Provincie di seguito interessate vorranno invece assumere i provedimenti di competenza tenuto conto che l´Osservatorio ha condiviso all´unanimità che, per la messa a norma degli impianti, pena l´utilizzo in assenza di spettatori, è necessario prevedere nell´immediato: a) biglietti nominativi ed elettronici, associati a posti numerati con verifica automatizzata dei medesimi, anche con sistemi palmari; b) sistemi strutturali per la separazione delle tifoserie estesa all´esterno dell´impianto con delimitazione delle aree di sicurezza, anche con barriere mobili, purchè ancorate fra loro e/o al terreno; c) installazione di adeguati sistemi di video sorveglianza ove assenti o carenti, con immediato inizio dei lavori e termine entro il 30 settembre 2008; d) impiego da parte della Società sportiva di un numero di steward ritenuto idoneo in funzione della capienza anche se provvisoria, ad assicurare l´attuazione delle misure di sicurezza organizzative. Premesso quanto sopra, l´organismo collegiale ha ritenuto "non a norma" i seguenti stadi: - "Degli Ulivi" di Andria; - "Menti" di Castellamare di Stabia; - "Ceravolo" di Catanzaro; - "E. Scida" di Crotone; - "P. Zaccheria" di Foggia; - "Brianteo" di Monza; - "Melani" di Pistoia; - "Tombolato" di Cittadella; - "Jacovone" di Taranto; - "Liberati" di Terni. Questi, invece, gli impianti considerati "a norma": - "Del Conero" di Ancona; - "Città di Arezzo" di Arezzo; - "San Vito" di Cosenza; - "G. Zini" di Cremona; - "P. Mazza" di Ferrara; - "Giglio" di Reggio Emilia; - "Euganeo" di Padova; - "Riviera delle Palme" di San Benedetto Tr.; - "Ossola" di Varese. Stante quanto sopra, si conferma la disponibilità all´invio della specifica commissione di esperti dell´Osservatorio per ogni ulteriore supporto alle operazioni di messa a norma degli impianti, significando che la Lega Pro ha attivato in tal senso le società sportive interessate. Ulteriori aggiornamenti riguardanti la sicurezza strutturale degli stadi dovranno pervenire, a cura degli Uffici Territoriali del Governo interessati, entro le ore 12.00 di martedì 26 agosto per la successiva valutazione nella successiva riunione dell´Osservatorio prevista per le ore 11.00 di mercoledì 2 agosto p.v.

da usfoggia.it