10 agosto 2008

Da quanto appreso in quest’ultime settimane dai quotidiani locali e dalle stesse dichiarazioni della società SSC VENEZIA, la situazione che si prospetta nei prossimi giorni sembra essere molto preoccupante. L’espletamento delle pratiche per l’iscrizione al campionato di prima divisione che in un primo momento sembravano essere semplici formalità si sono rivelate incomplete. Queste irregolarità ci portano nella migliore delle ipotesi ad affrontare il prossimo campionato con dei punti di penalizzazione e nella peggiore delle ipotesi all’esclusione dal campionato con ovvie conseguenze. Noi gruppi della Curva Sud ci sentiamo traditi nella fiducia che abbiamo riposto nei confronti della società e chiediamo a gran voce che i f.lli Poletti, quanto prima, facciano chiarezza su questa confusa vicenda rassicurando l’ambiente con prove certe e concrete di regolari iscrizioni, non più con promesse e false illusioni. Onestà e umiltà prima di tutto. Aspettando una tempestiva risposta dalla presidenza, I GRUPPI DELLA CURVA SUD

Il direttivo del ‘Nucleo Fermano 1996’, dopo una attenta disamina riguardo i numerosi provvedimenti amministrativi che negli ultimi mesi hanno colpito la maggior parte dei componenti del gruppo, comunica la propria ‘autosospensione’ da ogni forma di sostegno alla ‘U.s.Fermana s.r.l.’.
Tale decisione, ‘dolorosa’ e ‘inevitabile’, si protrarrà sino a tempo indeterminato.
La mano ingiusta della repressione colpendo numerosi elementi di spicco del nostro gruppo non permetteva più l’andare avanti come gruppo organizzato.La nostra non deve essere vista come una resa, bensì come un monito di protesta verso chi sta cercando di distruggere il nostro movimento.Non potevamo restare ancora inermi a guardare davanti a diffide mirate ed arresti lampo nel cuore della notte.
Il nostro pensiero va alla società ‘U.s.Fermana s.r.l.’ che noi ‘sosterremo’ moralmente in questo secondo difficile campionato di promozione marche.
Lasciare vuota la ovest equivale a perdere un pezzo di cuore; non siamo carne da macello né valvola di sfogo di qualche damerino frustrato in giacca e cravatta il cui unico obiettivo nella vita è sradicare il movimento ultras a Fermo.
Colpevoli a nostro avviso sono anche le istituzioni e i politici fermani, rei di essere rimasti a guardare davanti a questo becero sciacallaggio.Se oggi il tifo a Fermo è morto è anche colpa loro.
Il ‘Nucleo Fermano 1996’ rimarrà comunque attivo con iniziative di vario genere che coinvolgeranno la cittadinanza fermana tutta durante il corso dell’anno e faremo ‘sentire’ il nostro pensiero quando sarà opportuno tramite organi di divulgazione autoprodotti.
Torneremo più forti di prima,a modo nostro e nel giusto tempo.

Il Direttivo.

‘’…voi non potete fermare il vento gli fate solo perdere.’’