19 maggio 2009

Violenza ultras: feriti una decina di tifosi del Torino e due poliziotti

Scene di follia ultras all'esterno dello stadio San Paolo di Fuorigrotta domenica scorsa prima di Napoli-Torino. Centinaia di "tifosi" azzurri (le virgolette sono d'obbligo) hanno preso di mira un pulmino con a bordo una decina di supporters granata che si erano fermati nei pressi di piazzale Tecchio per chiedere informazioni ad alcuni poliziotti su come raggiungere il settore ospiti a loro riservato. Sono bastati pochi attimi, e non appena i tifosi del Torino sono stati avvistati da quelli del Napoli è partita l'aggressione nei loro confronti. I malcapitati tifosi hanno cercato di rintanarsi nel proprio mezzo anche perché in netta inferiorità numerica, mentre gli aggressori hanno preso d'assalto la vettura distruggendola e scagliandosi poi contro gli stessi occupanti del mezzo.
L'aggressione è feroce, con bastoni di legno, catene e caschi da utilizzare come mezzo contundente, mentre altri 'complici' esplodono potenti petardi per agevolare la loro 'opera'. Poco possono fare una ventina di poliziotti presenti, un numero assolutamente esiguo per opporre una valida resistenza contro un numero di persone tanto più grande e per di più animate da tanta violenza. Almeno fino all'arrivo di una cinquantina di agenti in tenuta antisommossa: il rinforzo mette infatti i teppisti in fuga in pochi attimi.
Alla fine si conteranno una decina di tifosi granata feriti, ai quali verranno riscontrate per fortuna solo delle contusioni dopo essere stati trasportati al vicino ospedale San Paolo. Feriti anche un paio di poliziotti. I tifosi del Torino hanno poi dato una sommaria descrizione degli aggressori, molti a volto coperto, per facilitare le indagini dopo la denuncia, mentre la Scientifica ha tentato di rilevare delle impronte dal mezzo preso d'assalto.
Gli investigatori della Digos confidano di risalire in breve tempo ai responsabili degli incidenti, molti dei quali potrebbero essere persone già schedate per fatti analoghi. Quella di domenica è stata una delle pochissime volte in questo campionato in cui il Casms ha permesso l'arrivo a Napoli della tifoseria ospite. Una decisione che aveva sorpreso non poco e che alla fine si è purtroppo rivelata controproducente per l'idiozia di non poche persone.

sportpeople.net