9 settembre 2009

Lecce, un assordante silenzio

Il silenzio è il più assordante dei boati! Ultras liberi

Fonte: ilpaesenuovo.it

Un volantino a firma “Ultrà Lecce” è stato distribuito ieri in Curva nord alla Stadio Via del Mare di Lecce prima dell’incontro casalingo che vedeva i giallorossi salentini opposti al Frosinone. Di seguito il testo integrale.

(Ultrà Lecce) - Alla luce degli ultimi fatti che hanno privato dalla libertà quattordici di noi, con accuse fantasiose costruite per sfiancarci e demolirci, crediamo sia opportuno astenerci dal tifo per qualche partita. Reputiamo che il silenzio sia uno strumento tanto di protesta – verso un attacco ingiusto voluto da un sistema che ci vuole assoggettati e sotto controllo – quanto di solidarietà verso chi ha subito queste assurde accuse.

In un periodo in cui la squadra, l’ambiente e noi stessi avremmo bisogno di cantare, non farlo è un atto di estremo di estremo sacrificio, tuttavia è necessario, perché tutto ciò che ci è successo non può essere dimenticato, cancellato al primo entusiasmo che il pallone ci regala. Non possiamo in quanto quello che abbiamo subito non appartiene più al gioco, al semplice mondo del calcio ma ha che fare con la libertà personale e la sua privazione. Con questo invitiamo la Curva Nord a solidarizzare e condividere la nostra scelta, ci dispiace per coloro a cui sembrerà incomprensibile tale decisione, quelli che vorrebbero vedere una curva piena di colore e passione, quelli a cui farebbe comodo risentire gli assordanti cori della nord. Ma il nostro non è mai stato semplice folklore!

Aspettando i risvolti di questa difficile situazione, settimana dopo settimana decideremo sul da farsi.

Consapevoli che il silenzio è il più assordante dei boati, con esso rivendichiamo la nostra libertà.