3 settembre 2009

Comune di Roma: "L'episodio di Verona è incomprensibile"

Alessandro Cochi non riesce a spiegarsi quanto accaduto domenica scorsa: "Vietare l'esposizione di striscioni in ricordo di Gabriele Sandri non è una scelta condivisibile"

Fonte: "www.rsnews.it"

"Vietare l'esposizione di striscioni in ricordo di Gabriele Sandri non e' una decisione comprensibile, né tantomeno condivisibile". Questo è quanto dichiarato in una nota da Alessandro Cochi, delegato allo Sport del Comune di Roma. Domenica scorsa, in occasione di Chievo-Lazio, ai tifosi biancocelesti è stato vietato di esporre uno striscione raffigurante l'immagine di Gabbo. "Vorremo conoscere le motivazioni che hanno condotto a questa decisione: quanto accaduto allo stadio Bentegodi di Verona - continua Cochi -, oltre a suscitare un senso di forte amarezza, ci lascia perplessi. Nell'esprimere assoluta vicinanza alla famiglia Sandri per l'ennesimo attacco gratuito ricevuto, rivolgo un sentito plauso ai sostenitori biancocelesti presenti domenica sera sugli spalti: scegliendo la via della contestazione pacifica e non violenta, hanno dato prova di grande maturità, dimostrando che la sicurezza negli stadi non passa necessariamente per strumenti di fidelizzazione come la tessera del tifoso, ma dipende spesso dal buonsenso e dalla serietà dei sostenitori".