2 ottobre 2008

Gravi incidenti tra tifosi del Cagliari e della Torres

Lanuovasardegna.repubblica.it

Scontri tra tifosi del Cagliari e quelli della Torres, due persone in stato di fermo. In campo: esordio vittorioso per i rossoblù contro la Gialeto, il gol partita è di Serra

SERRAMANNA. Doveva essere una festa. Sul campo lo è stata, ma fuori dallo stadio no. L'arrivo a Serramanna dei tifosi della Torres ha scatenato la follia degli «sconvolts» del Cagliari, arrivati nel centro del Medio Campidano per «sfidare» i rivali. Tutto è cominciato prima dell'inizio della partita con una pioggia di sassi lanciati all'interno dello stadio. Uno ha colpito in testa un tifoso sassarese che è stato portato in ospedale e trattenuto in osservazione.

I carabinieri hanno evitato che le opposte fazioni venissero a contatto. Il resto a fine gara. I tifosi della Torres sono stati scortati fino alla stazione e qui hanno subito un secondo agguato. Circa 400 facinorosi, tra i quali tanti gli appartenenti al gruppo «sconvolts», hanno bloccato il treno già in movimento e lanciato di tutto contro il mezzo. I vetri sono andati in frantumi e, secondo quanto raccontano i tifosi, i feriti sarebbero saliti a quattro.

A quel punto i carabinieri hanno chiamato rinforzi, lanciato lacrimogeni per riportare la situazione alla normalità. Dopo diversi minuti, sono riusciti a far partire il treno. Due le persone in stato di fermo, uno di Cagliari, l'altro di Sassari. Danneggiate anche alcune auto nei pressi della stazione.

I sostenitori della Torres sono arrivati a destinazione a tardissima sera. Il treno, per motivi di sicurezza, ha fatto una lunga sosta a a Oristano e in altre stazioni. A Ploaghe, il grosso dei supporter rossoblù ha abbandonato il mezzo per evitare di farsi identificare.

I carabinieri di Serramanna hanno sentito alcuni testimoni per cercare di ricostruire l'accaduto. Dalle testimonianze raccolte sembra che tutto sia cominciato per le provocazioni dei tifosi del Cagliari, quelli che non hanno seguito a Lecce. L'ultima volta tra Torres e Cagliari è stata ad Alghero. Un'amichevole trasformatasi in una guerriglia urbana, con feriti, fermati e tanti danni. La conferma che tra le due tifoserie c'è un odio mai sopito. La paura è che la Torres dovrà andare altre volte a giocare nel Cagliaritano e il rischio di incidenti è altissimo.