5 ottobre 2008

RESPINTO IL RICORSO DEL NAPOLI

Come previsto alla vigilia, l'arbitrato del CONI si è dichiarato incompetente rispetto al ricorso presentato dal Napoli contro la chiusura delle curve dello stadio San Paolo per quattro giornate, ridotte poi a tre dalla corte federale. Una decisione che ha scatenato la reazione fortemente negativa dell'avvocato del Napoli, Mattia Grassani: «Lodo erroneo, infondato e negatorio dei più elementari principi di giustizia - è stato il duro commento del legale azzurro -. La soluzione adottata dall'organo ha, di fatto, impedito ogni disamina nel merito. La scelta operata dai giudici è stata quella di non decidere. In questo modo lo sport non aiuta se stesso, non viene consentito a chi voglia cambiare le cose di farlo, anzi si mortificano gli sforzi e gli investimenti di imprenditori come Aurelio De Laurentiis. Emblematica è la circostanza che la decisione è stata presa non già all'unanimità, bensì a maggioranza, evento che, in oltre 250 lodi arbitrali, dal 2002 a oggi si è verificato a mia memoria una o due sole altre volte, anni e anni fa». Esclusa anche la possibilità di un nuovo ricorso al Tar. non vi sono infatti i tempi tecnici. Il caso è quindi da considerarsi chiuso. La società fa però sapere che sarà posibile acquistare al costo di 24 euro (più 1 di prevendita) i biglietti per il settore ospiti, chiuso ai tifosi bianconeri, ma accessibile a quelli azzurri. Magra consolazione...

calciocampania