28 ottobre 2008

Napoletani all’Olimpico : ospiti sgraditi.

Lazio e Napoli avrebbero meritato una platea più numerosa dei trentamila spettatori presenti. Sulla scarsa affluenza all´Olimpico, oltre al divieto di trasferta per i tifosi partenopei, hanno certamente influito le disposizioni del Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive. Il Casm ha deciso che gli abbonati della Lazio avrebbero potuto acquistare fino a 4 biglietti ciascuno, da poter girare a tifosi residenti nella provincia di Roma sui quali avrebbero garantito essi stessi. La decisione è stata presa con l´intento di non penalizzare i tifosi biancocelesti e di limitare al massimo le infiltrazioni di sostenitori napoletani.
Ma ieri qualcosa non ha funzionato come avrebbe dovuto. Che ci fosse qualche tifoso non laziale in tribuna era preventivabile. All´autogol di Siviglia però, c´è stato un vero e proprio boato: quel qualcuno si è moltiplicato superando abbondantemente il migliaio di persone. Lotito, interpellato a fine gara, ha provato a dare una spiegazione: «Sono rimasto stupito anche io. Non è la Lazio che gestisce quella parte della Tribuna d´Onore. Di chi sono quei posti? Del Coni». Vero, in parte. Il fatto è che i tifosi presenti nella parte destra della Tribuna, anche fossero stati tutti napoletani, erano stati registrati dal Coni in modo così meticoloso da non permettere l´ingresso nemmeno ad un argento olimpico nel taekwondo, Mauro Sarmiento, perché non residente nella capitale. Il problema quindi è che la maggior parte dei sostenitori di Lavezzi e compagni si trovava nel settore attiguo della Monte Mario Sud.
In serata c´è stato il chiarimento fra Lotito e Petrucci ma la curiosità è rimasta: come è stata possibile quella presenza così massiccia? La spiegazione la forniscono Marco, Andrea e Giorgio, tifosi del Napoli mentre escono dall´Olimpico: «I biglietti? Noi viviamo a Roma da anni e avendo qualche amico laziale abbonato ci siamo fatti comprare i tagliandi. Come noi lo hanno fatto tutti quelli che erano presenti». Svelato l´arcano e beffato il Casms.


Stefano Carina su : espresso.repubblica.it