13 maggio 2008

Trasferta dei romanisti a Catania. L'Osservatorio decide domani

Fonte: repubblica.it

Slitta la decisione dell'organismo che convoca anche Parma e Inter
Ma i giallorossi non ci stanno: "Seguiremo comunque la squadra"

Matarrese: "Serve equità, non si possono fare due pesi e due misure"

C'è una partita nella partita che si gioca in questo finale di campionato. Una partita che affianca il calcio giocato e gli ultimi 90 decisivi minuti. Riguarda i tifosi della Roma. L'imprevedibile finale di campionato, la rimonta sull'Inter, hanno dato sfogo all'entusiamo dei sostenitori giallorossi. Che non fanno mistero di voler seguire la squadra domenica a Catania. Ma potrebbero essere costretti a restare a casa. Visti i precedenti tra le tifoserie, infatti, l'Osservatorio potrebbe vietare la trasferta. Cosa che invece non dovrebbe accadere ai tifosi dell'Inter che si trasferiranno in massa nella vicina Parma.

Certo, i rapporti tra ultras catanesi e giallorossi sono tutt'altro che buoni. Sia lo scorso campionato che questo le sfide all'Olimpico hanno fatto registrare incidenti e accoltellamenti. Lo scorso anno i romanisti non andarono a Catania (stadio chiuso dopo la morte dell'ispettore Raciti), quest'anno in Coppa Italia la trasferta è stata vietata per motivi di ordine pubblico. E questa serie di divieti aveva fatto pensare a più d'uno che l'Osservatorio avesse già deciso l'ennesimo stop. Cosa che invece non è ancora decisa.

La delicata situazione, infatti, verrà discussa domattina. Alle 11.30, l'Osservatorio si riunirà per valutare tutti gli aspetti di un evento che al Viminale ritengono "straordinario". Nella riunione di domani saranno presenti anche i rappresentanti delle quattro società coinvolte nella sfida scudetto-salvezza, ovvero Catania, Roma, Parma e Inter, più i gestori della vendita dei biglietti. Nel frattempo il presidente della Lega calcio Antonio Matarrese, chiede equità per evitare polemiche: "Dobbiamo mettere tutti sullo stesso
piano, non credo che non si potranno fare due pesi e due misure". Da Catania, intanto, arriva il via libera della società etnea: "Da parte nostra non c'è nessun problema nell'ospitare i sostenitori giallorossi all'interno del settore ospiti".

In attesa delle decisioni, i tifosi giallorossi si mobilitano. In Rete si moltiplicano gli appelli ad andare comunque a Catania. Una mossa che potrebbe creare grossi problemi di sicurezza. Non è la prima volta, infatti, che nonostante le limitazioni alla vendita dei biglietti, alcune tifoserie si presentano (non attese) negli stadi. Con conseguenti frenetici movimenti per assicurare l'ordine pubblico. In questo caso, visti i pessimi rapporti tra i due gruppi ultras e la delicatezza della posta in gioco, la miscela rischia di dare effetti preoccupanti.