16 maggio 2008

Pene ridotte a quattro ultras rossoblù

Fonte:tuttiallostadio.it

Erano stati arrestati dopo la partita del 6 aprile dell'anno scorso. In appello riformate le sentenze di primo grado emesse nel luglio scorsoErano stati arrestati dopo la partita di calcio del 6 aprile 2007 contro il Napoli, sono state ridotte le pene (e in tre casi annullate dalla sospensione condizionale) a quattro ultras del Bologna. L'ha deciso la sezione terza della Corte d'appello di Bologna che ha cosi' riformato le sentenze di primo grado emesse nel luglio scorso, quando i quattro furono condannati a pene tra i due anni e quattro mesi e i due anni e due mesi, per resistenza pluriaggravata, grazie all'applicazione del decreto Amato contro la violenza negli stadi.

In appello, nei confronti degli ultras, si e' passati a un anno e otto mesi. Negato a ad uno di loro il beneficio della sospensione, visto che si trova in carcere per una rapina commessa qualche giorno fa in una farmacia del centro di Bologna.

Soddisfatto l'avvocato Matteo Murgo, uno dei difensori insieme ai colleghi Marzio Bonfiglio, Desi Bruno e Giorgio Stella. ''Questa sentenza - dice - dimostra che i giudici pensano che gli imputati si asterranno dal commettere reati''. L'arresto dei quattro aveva portato anche a proteste dei tifosi rossoblu': dallo sciopero del tifo (la curva Andrea Costa in silenzio per il primo tempo) a cori come 'Liberta' per gli ultras', a un comunicato congiunto con i tifosi di Virtus e Fortitudo basket.