15 ottobre 2009

Volantinaggio dei Boys contro la Tessera del tifoso

Volantino distribuito dai Boys Parma, in occasione di Italia-Cipro allo stadio Tardini, per protestare contro la tessera del tifoso e altri provvedimenti riguardanti il mondo ultras.

"Ciao, siamo i Boys Parma 1977,
oggi il Tardini si riempirà di tante persone, che magari non vengono abitualmente al stadio.
Cogliamo questa occasione per dirti alcune cose.

La trafila per i biglietti nominali scoraggia la partecipazione provocando lunghe code. E’ una schedatura preventiva che non ha eguali nel mondo. Anche l’Uefa l’ha criticata.

Vogliono imporre la carta di credito “Tessera del Tifoso” a chi desidera entrare allo stadio. E’ uno strumento che impone una spesa e che permette di selezionare le persone in modo arbitrario.

In Parlamento sta avanzando una proposta di legge (n. 1881) per privatizzare gli stadi italiani, per modificare le attuali destinazioni d’uso delle aree che li contengono (affinché vi si possa costruire qualsiasi cosa, anche condomini), per ergere nuovi impianti con negozi e centri commerciali, e per ottenere finanziamenti pubblici (per il cemento) con la scusa dello “sport”. Noi crediamo si debba salvaguardare la natura comunitaria e sportiva degli stadi nazionali, senza sperperare il denaro di tutti.

Divieti di trasferta e divieti per i non residenti. Rappresaglie, leggi speciali e colpi di burocrazia, inventando reati e nuove proibizioni. Colpire tutti… quando invece basterebbe punire chi sbaglia veramente (sempre, e non solo allo stadio), con senso di giustizia.

Negli stadi italiani non si possono più introdurre liberamente: striscioni, megafoni, tamburi, bandieroni, coreografie, torce e fumogeni. Hanno vietato il tifo e anche la libertà d’espressione.

Forse non sei un frequentatore abituale degli stadi, ma gli argomenti che ti abbiamo elencato vanno ben al di là degli impianti sportivi. Parlano di diritti, di garanzie costituzionali, di aree pubbliche, di soldi dello Stato e di speculazioni private. Cose che riguardano tutti, tifosi e non.
Questo volantino l’hanno scritto degli ultras. Ragazzi e ragazze che il sistema calcio italiano sta cercando di espellere dagli stadi. La scusa è la “sicurezza”, ma noi crediamo sia per le battaglie scomode che continuiamo a sostenere.

Queste battaglie,
che tu sia tifoso oppure no,
speriamo diventeranno anche le tue"
BOYS PARMA