7 ottobre 2009

Comunicato Curva Nord Taranto

La Curva Nord in occasione della prossima partita casalinga contro il Giulianova precisa che in riferimento al comunicato precedente in cui dichiarava di essere disposta a raccogliere gli abbonamenti e restituirli per protestare contro l’assurda repressione sistematicamente presentatasi nelle nostre gare casalinghe, grazie ai vari attestati di stima ricevuti dai tarantini e da svariate tifoserie italiane per ora si asterrà da questa drastica decisione, consapevoli quindi di non essere soli in questa difficile lotta, nonostante le varie istituzioni tarantine non hanno speso una sola parola a difesa dei principi di libertà, che una volta entrati nel nostro stadio vengono volontariamente dimenticati. I gruppi della Nord pur astenendosi da qualsiasi forma di tifo organizzato domenicalmente andranno avanti con iniziative di ogni genere al fine di fare emergere questa assurda realtà effettuata volontariamente solo da parte della questura di Taranto unica in Italia in questo tipo di repressione. Ci auguriamo ben presto di ritornare a sostenere i nostri amati colori secondo la nostra mentalità cosi come abbiamo fatto in questo inizio di stagione e nei vari stadi d’Italia, dove tra l’altro ci è permesso di ricordare, senza assurde sanzioni la memoria di nostri cari fratelli che oggi purtroppo non ci sono più e che amavano il Taranto proprio come lo amiamo tutti noi. Se tali iniziative resteranno vane ribadiamo la nostra volontà di prendere tali decisioni, solo e soltanto per salvaguardare i nostri diritti prima di cittadini e poi di ultras.

TIFARE TARANTO NON E’ REATO