3 settembre 2022

Comunicato Taranto Supporters

 

Luglio 2000 settembre 2022.

Entriamo di diritto nella storia di questa città, un diritto conquistato sul campo con orgoglio, caparbietà e amore verso quei due colori.

Da Ragusa a Portosummaga il nostro vessillo ha sventolato fiero nonostante le poche gioie e i tanti dolori vissuti in questo ventennio.

Entriamo nella storia del tifo ma non solo, ci siamo sempre definiti ultras della città e non della squadra di calcio, questo perché abbiamo sempre creduto che chi difende quei due colori, in tutti gli stadi d’Italia, debba difendere prima di tutto la propria gente e la propria terra.

E a Taranto abbiamo bisogno di difenderci da chi ci offre PANE AVVELENATO tutti i santi giorni.

Scriviamo questo comunicato con le lacrime agli occhi e col cuore spaccato, questo è il nostro ultimo atto di estrema COERENZA, un comunicato che non avremmo mai voluto scrivere, una sconfitta. Ammettiamo di aver perso la partita più importante della nostra vita.

Potremmo attribuire le colpe di questa uscita di scena al calcio moderno, alle leggi liberticide, alla società, alla repressione ma non lo faremo perché ancora una volta ci assumeremo le nostre responsabilità.

In questi anni difficili non siamo riusciti a favorire quel ricambio generazionale che ci avrebbe permesso di proseguire nel nostro percorso.

Siamo consapevoli che le nostre scelte “coerentemente testarde” siano state un deterrente per molti, ne prendiamo atto e ci fermiamo qui.

Lo facciamo però “A USE NUESTRE” un ultimo atto in linea con ciò che siamo sempre stati, che rispetti la nostra storia e il nostro modo di vivere il tifo, in onore di tutti coloro i quali, in questi lunghi anni, sono stati al nostro fianco e in particolare a nostro fratello Mauro che ci ha lasciati troppo presto.

Una volta ancora, per l’ultima volta, le mani al cielo…

AVANTI TARANTO

AVANTI SUPPORTERS