22 febbraio 2010

Verona: dalla curva degli ospiti lanciate sei bombe carta

Fonte:larena.it

Sei bombe carta esplose dagli ultrà del Potenza allo stadio Bentegodi durante Verona-Potenza di ieri pomeriggio. Sei boati che sono riecheggiati nello stadio sollevando i fischi e gli sfottò dei veronesi. Ma anche nella curva sud a un certo punto s'è sentito un botto, seppur meno potente. La partita è terminata con un pari, ma queste dimostrazioni di inciviltà avranno strascichi per i potentini che sono arrivati allo stadio decisi a provocare. Le telecamere della Digos veronese erano posizionate per riprendere qualsiasi movimento strano accadesse dall'una piuttosto che dall'altra parte. E subito dopo il primo botto l'attenzione s'è concentrata su alcuni tifosi. Nelle prossime ore tutto il materiale registrato verrà «sbobinato», quindi osservato con attenzione e con la collaborazione della questura di Potenza sarà possibile risalire all'identità dei tifosi che hanno lanciato le bombe carta. Non ci sono stati feriti, ma avrebbero potuto esserci.
I tifosi sono riusciti a passare al filtraggio che ormai da tempo viene effettuato dagli steward dello stadio, ma in verità c'è anche da sottolineare che se aggeggi come questi vengono nascosti, per esempio, nelle mutande, diventa complicato trovarli a meno che ogni tifoso non venga spogliato completamente. Ed è impossibile anche soltanto ipotizzarli controlli simili.
La prevenzione diventa dunque parecchio difficile, ma a dare aiuto alle forze dell'ordine c'è il contributo video che quindi permetterà di arrivare all'identificazione di chi, quelle bombe carta le ha fatte deflagrare. La Digos veronese è già al lavoro e nelle prossime ore potrebbero scattare le prime denunce. La legge vieta di portare allo stadio petardi e qualsiasi altro artificio.