22 febbraio 2010

Sassaiola contro i tifosi del Catanzaro a Castellammare

Dopo una gara svoltasi senza problemi tra le tifoserie, ci ha pensato un gruppo di giovanissimi a scatenare i disordini.
Nei pressi del rione Savorito, alcuni ragazzini hanno lanciato sassi contro i pullman dei tifosi del Catanzaro.
Gli agenti di polizia che scortavano i mezzi sono intervenuti per sedare gli animi, quando i supporters calabresi sono scesi provando a farsi giustizia da sè: aggrediti anche i poliziotti.
Eppure, a parte qualche tensione nel finale di gara, era stata una gara tiratissima, con la giusta cornice di pubblico sugli spalti.
Lo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia ha registrato il record di paganti della stagione più i 585 abbonati.
Nutrita anche la rappresentanza di tifosi provenienti da Catanzaro al seguito della capolista per il big-match contro la Juve Stabia.
Sugli spalti è filato tutto liscio con soltanto cori di sfottò prima, durante e dopo la partita vinta dai gialloblù per 1-0 ma a rendere teso l’epilogo ci hanno pensato i soliti sconsiderati.
I tifosi del Catanzaro, sistemati nella curva Ferrovia, di solito riservata alle tifoserie ospiti, giunti in 500, hanno lasciato circa mezz’ora dopo la gara gli spalti per rientrare in Calabria, ma prima di raggiungere l’autostrada, i pullman dei tifosi del Catanzaro sono stati vittime di una sassaiola da parti di uno sparuto gruppo di ragazzini all’altezza del rione Savorito.
Alcune pietre hanno colpito i pullman che dopo poco hanno sostato lungo il tragitto.
I tifosi del Catanzaro, scortati da diverse volanti, tra cui alcune della questura di Reggio Calabria, sono scesi dai bus e hanno cercato di farsi giustizia da soli.
Ne è nata una colluttazione tra gli agenti e gli ultras del Catanzaro che hanno colpito con pietre gli agenti della polizia e le volanti.
Diversi agenti hanno riportato contusioni mentre il bilancio è di un fermo, un tifoso del Catanzaro, che adesso sarà sottoposto a Daspo e per lui scatterà il divieto ad assistere alle manifestazioni sportive.
Un ragazzino di Castellammare, invece, è stato portato e refertato presso l’ospedale stabiese San Leonardo: i medici gli hanno medicato una ferita al braccio che si è procurato mentre scappava via per cercare riparo in seguito alla sassaiola contro i pullman della tifoseria ospite.
Durante la gara, invece, non ci sono stati problemi di ordine pubblico anche se nel settore occupato dai sostenitori del Catanzaro sono esplosi diversi petardi di grossa entità, che però non hanno provocato danni a cose o a persone.
E’ stato fine gara che, invece, gli ultras del Catanzaro hanno cominciato ad inveire a più riprese nei confronti degli steward del Menti, con questi che stazionavano nel settore adiacente gli spogliatoi dello stadio mentre i tifosi del Catanzaro erano ancora chiusi in curva Ferrovia.


resport