10 giugno 2001

Genoa-Cagliari: arrestati 22 tifosi sardi

Il bilancio degli scontri avvenuti prima dell'incontro Genoa-Cagliari è di 22 arrestati tra i supporters della squadra sarda, tutti incriminati per rissa, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, e di 4 agenti feriti in modo lieve e un minorenne denunciato.
Gli incidenti sono avvenuti intorno alle 14.30 di fronte allo stadio di Marassi. Una cinquantina di tifosi del Cagliari, arrivati da Livorno, hanno cominciato a sventolare sciarpe e bandiere della Sampdoria di fronte ad una trentina di tifosi genoani che si sono sentiti provocati e hanno reagito.
Fra le due tifoserie è scoppiata una rissa. La polizia è intervenuta ed è riuscita ad sedare lo scontro. I cagliaritani sono stati poi fatti entrare all´interno dello stadio, ma al termine della partita 42 di loro sono stati condotti in questura e identificati.
Gli accertamenti degli uomini della Digos hanno permesso di risalire alla responsabilità di 22 tifosi sardi che sono stati così arrestati, mentre il minorenne è stato denunciato Gli arrestati, che verranno processati con rito direttissimo in giornata, sono Silvio Barbaro, 26 anni, di Cagliari; Priamo Cabboi, 31 anni, di Selargius (Ca); Marco Garau, 24 anni, di Cagliari; Gianluca Lillu, 20 anni, di Carbonia (Ca); Simonluca Perla, 23 anni, Roberto Frongia, 22 anni, Stefano Piga, 26 anni, Sergio Zorcolo, 23 anni, di Cagliari; Diego Sarritzu, 26 anni, di Quartu Sant´ Elena (Ca); Riccardo Saba, 21 anni, Francesco Fullone, 22 anni, Giuseppe Vervesca, 22 anni, di Cagliari; Riccardo Mele, 23 anni, di Iglesias (Ca); Alberto Cossu, 21 anni, Stefano Ruggeri, 23 anni, Fabio Cherchi, 27 anni, Giovanni Madau, 28 anni, Marco Deiana, 22 anni, tutti di Cagliari; Gianni Cristiano Pireddu, 30 anni, di Sassari; Omar Pipia, 19 anni; Andrea Mulliri, 27 anni e Ugo Orani, 27 anni, di Cagliari