19 luglio 2009

Ultras rigettano "accuse ingiuste e strumentali"

FORTE REAZIONE DEI GRUPPI GIOVANILI DI TIFOSI DEL "GATE 22" E DEL "REYER 1872" A QUELLI CHE IDENTIFICANO ESSERE ATTACCHI INGIUSTI E STRUMENTALI, IN QUESTO CASO A SEGUITO DELL'AGGRESSIONE SUBITA DA TIFOSI RIMINESI AL PALASPORT TALIERCIO:
Fonte: "vesport.it"

"Ci troviamo costretti a gridare ancora una volta di fronte all´ennesimo atto repressivo e calunnioso nei confronti del Gate 22.
Fin dalla nostra nascita, siamo stati oggetto di continui atti discriminatori.
Non per punire le nostre azioni, ma per cercare di distruggere, senza riuscirci, le nostre idee.
Idee di libertà, autonomia, criticità e aggregazione.
Il nostro spirito libero e ribelle, che non accetta compromessi per essere tale, è stato sempre obiettivo di una repressione strategica, mirata a destabilizzare, senza alcun successo... se non l´accrescimento di una rabbia verso una giustizia italiana assente. Che come dimostrano i recenti fatti di cronaca (caso Sandri, caso Aldrovandi, o i recenti immotivati arresti preventivi del G8) è a totale servizio di chi indossa una divisa, e alimenta stereotipi, poi amplificati dai mass media, del tutto irreali.
Diffide, denunce, minacce che si concludono con ricorsi vittoriosi al Tar, e con il giudizio di tale tribunale che ne sottolinea la illegittimità.
Ma, nel frattempo, fanno azione destabilizzante, creando disagi familiari, lavorativi ed economici, dimostrando come l´unico obiettivo vero sia la repressione pregiudiziale.
Repressione che nel nostro caso, in questa città, ha raggiunto livelli vergognosi.
Ci ricordiamo tutti le diffide per la sola esposizione di striscioni.
Ci ricordiamo i disagi organizzati dalla Questura ai cancelli del Gate 22, che imponevano il sequestro di magliette e sciarpe indiscriminatamente, colpendo donne, bambini, anziani e giovani tifosi.
Ci ricordiamo bene tutti soldi spesi con i nostri avvocati per vincere ricorsi a diffide del tutto campate in aria.
Ora ci dovremo ricordare quella che riguarda i provvedimenti di Daspo emessi dopo l´incontro Umana Reyer - Rimini Crubs, e le ennesime storie fatte circolare sui giornali dalla Questura per screditarci...
La stessa Questura ricostruisce quella sera molto dettagliatamente, racconta di una aggressione premeditata con tanto di bastoni ai danni del pubblico veneziano. Il quale non riesce nemmeno a reagire grazie al tempestivo intervento della Questura (così si vanta...).
La colpa del pubblico veneziano è protestare e gridare di fronte alla propria auto danneggiata, o perché si vede il terrore negli occhi della propria figlia.
Sta di fatto che solo uno dei tre destinatari di Daspo è legato al Gate 22, e l´interesse che nutre nel basket è il frutto dell´amore che un genitore ha nei confronti dei propri figli, accompagnandoli a vedere la squadra del cuore.
La differenza di pesi e misure è usata nei nostri confronti... come dimostra il fatto che l´unico aderente al Gate 22 venga colpito da ben 4 anni di Daspo a differenza dei restanti...
Il messaggio lanciato in questi anni allo stadio e ultimamente anche in città è di una tolleranza zero solo verso alcuni...

GATE 22 - A SOSTEGNO DI UN IDEALE
VENEZIAMESTRE E BASTA