19 luglio 2009

Addio a Ettarù, ultrà del Cosenza

Fonte:curvanordcosenza.com

Tutti conoscevano Ettaruzzo. Tutti porteranno dentro il ricordo della sua risata allegra e del suo sorriso grande, come il suo cuore. Ci mancheranno i suoi cori stonati, urlati a squarciagola, ci mancheranno i suoi buffi modi di dire. Tutti ricorderanno la sua allegra “ciotia” che sapeva sempre regalarti una risata sincera. Pochi però hanno saputo vedere oltre, pochi hanno guardato con attenzione in quegli occhi profondi, semi nascosti dall'inseparabile cappellino del Cosenza.

Pochi hanno avuto la fortuna e il privilegio di conoscere Ettore, la sua bontà, la sua dolcezza.

Uno studente brillante prossimo alla laurea. Un ragazzo dotato di una intelligenza vivace e di un cuore grande. Una persona sempre disponibile, l'amico di tutti, degli ultimi, degli emarginati.

Perchè Ettore sapeva vedere oltre le apparenze e sapeva trovare del buono in ognuno. Perchè Ettore credeva negli ideali e lottava contro i pregiudizi. Tutto questo era Ettaruzzo, non solo un ultrà del Cosenza, tutto questo e tanto altro ancora ma non bastano le parole per descrivere la persona speciale che era. Ora ci resta la rabbia, il silenzio e un vuoto che non si riesce a colmare.

Ci stringiamo intorno alla famiglia e condividiamo con la mamma e il papà questo dolore immenso. A loro vogliamo dire che Ettore lo porteremo dentro e che il suo ricordo vivrà nei nosti cuori, la lezione di vita che ci ha lasciato ci aiuterà di certo a diventare persone migliori.

Grazie Ettarù per l'allegria che hai portato nelle nostre vite.

CURVA NORD

COSENZA ULTRAS