28 luglio 2010

Comunicato Curva Nord Pisa

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO, LA NORD NON SI ABBONA

I Gruppi della Curva Nord "Maurizo Alberti" confermano quanto detto nel
precedente comunicato: essendo gli abbonamenti riservati solo ai possessori
della tessera del tifoso, i Gruppi organizzati NON SI ABBONANO.
Questa è una decisione irremovibile e crediamo sia l'unico segnale forte da
dare a chi questa tessera vuole imporla, da Maroni all'Osservatorio, alla
Lega calcio.
Il nostro amore e la nostra passione per i colori neroazzurri sono
smisurati, dimostrati da anni e anni di attaccamento al Pisa sia durante i
momenti bui, sia in quelli belli. Ma possiamo ora rinunciare alla nostra
dignità facendo l'abbonamento e dunque tesserandoci? Possiamo abbassare la
testa e subire in silenzio l'ennesimo sopruso da parte di chi vuole
riservare gli stadi e il calcio, da sempre sport popolare e sinonimo di
aggregazione, soltanto a una élite e costringere tutti gli altri a pagare
per stare davanti alla televisione, ognuno da solo in casa propria?!
CERTAMENTE NO... NOI NON CI STIAMO.
Contestiamo la tessera perché è anticostituzionale ed è legata a un mondo
fatto di business che non ci appartiene. Non temiamo di essere smentiti
quando affermiamo che la tessera è anticostituzionale. A tale proposito,
riportiamo di seguito un passo del testo ufficiale dell'Osservatorio che
riguarda la sua introduzione:
*
"DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive
Determinazione nr 27 /2009 del 17 agosto 2009 "Tessera del Tifoso" 3
determina
La Lega Nazionale Professionisti e la Lega Pro provvederanno a dare la
massima diffusione tra le proprie società delle disposizioni richiamate in
premessa, precisando in particolare che:

* * -sono temporaneamente escluse dal programma quelle persone condannate
per reati da stadio anche con sentenza non definitiva, fino al completamento
dei 5 anni successivi alla condanna medesima;
* * -le modalità di verifica dei motivi ostativi di cui sopra è fissata
nelle pagg. 17 - 18 del programma tessera del tifoso.
I competenti Uffici del Dipartimento della Pubblica Sicurezza vorranno
valutare la possibilità di ribadire nuovamente quanto sopra alle Questure
interessate.
La presente determinazione è adottata all´unanimità.
Roma, 17 agosto 2009
Il Presidente dell´Osservatorio
Dirigente Generale della P. di S."*

Ora prendiamo ad esempio la situazione di Pisa. Negli ultimi anni, come
tutti sapranno, hanno falcidiato e diffidato metà Curva per striscioni,
bandiere, tamburi, lancio di cartaigenica ecc. Tutti "reati" assurdi,
inventati ad hoc per allontanarci dallo stadio e che nulla hanno a che fare
con la sicurezza, come si sono resi conto tutti quelli che frequentano
l'Arena. Per tali "reati da stadio" ognuno ha gia pagato, scontando i suoi
anni di daspo e pagando una multa. Com'è possibile che queste persone siano
invece escluse per 5 anni dalla tessera del tifoso? Anche se volessero fare
l'abbonamento, la cosa, di fatto, gli è negata. Ciò non è discriminatorio?
Perfino coloro che hanno una "sentenza non definitiva" ne sono esclusi!!
Non siamo tutti innocenti di fronte alla legge fino a quando la giustizia
non ci giudica colpevoli? Magari il processo riterrà la fantomatica persona
innocente ed estranea ai fatti... ma intanto niente tessera e niente
abbonamento.

Tutto questo non è forse anticostituzionale e discriminante?
Per noi il calcio è passione, aggregazione, emozione, solidarietà,
campanilismo e confronto.... Questa carta di credito, chiamata "tessera del
tifoso", appartiene ad un'altra concezione del calcio legato al dio
denaro... e noi non possiamo che aborrirla.

Continueremo a lottare contro questa infame repressione.

CURVA NORD "MAURIZIO ALBERTI"