28 settembre 2007

Comunicato Vecchi Ultrà Venezia Mestre 1998

In riferimento a quanto letto sui quotidiani "Corriere della Sera" e "La Nuova Venezia", i Vecchi Ultrà vogliono fare chiarezza e sostengono quanto segue: L'allontanamento degli allora "Rude Fans" e "Nuova Guardia" alias "A Sostegno Di Un Ideale" alias "Gate 22" dalla Curva Sud F. Morosini da poco più di un anno, è dovuto solo ed esclusivamente alla mancanza di rispetto che per troppo tempo questi ragazzi non hanno saputo dimostrare nei confronti dei Vecchi Ultrà (gruppo ricordiamo che vanta al suo interno personaggi storici del tifo unionista che, con il loro impegno e la loro costanza, ancora oggi, dopo anni di sacrifici e presenze importanti, continuano a trasmettere ai più giovani, orgoglio, umiltà, rispetto, valori necessari e fondamentali sia all'interno di uno stadio che nella vita)!
Umiltà che continuano a non dimostrare, purtroppo, certi ragazzini (specchio della società moderna) strumentalizzati come al solito da interessi politici totalmente estranei al movimento ultras e al mondo calcio.

In questi giorni alcuni politici (militanti ovviamente in partiti di sinistra e centro sinistra quali Rifondazione Comunista, Verdi e Margherita) hanno depositato al sindaco di Venezia Cacciari, un interrogazione per mezzo la quale vengono mosse, ai Vecchi Ultrà, accuse infamanti e pesantissime prive di ogni fondamento tra le quali: violenze, minacce, militanza in partiti e/o gruppi di estrema destra ecc.

La "recidiva" Nuova Venezia, solo una settimana fa, si era messa in evidenza pubblicando un articolo relativo all'arrivo in laguna di un nuovo socio, articolo vergognoso che mirava a screditare l'immagine di Agnellini (imprenditore bresciano indagato in passato per aver militato in gruppi di estrema destra, amico dei fratelli Poletti interessato ad investire nuovi fondi nella società), ma che per "La Nuova Venezia" risulta essere solo ed esclusivamente un "Ex Terrorista" (intitolavano così le locandine il giorno dopo la pubblicazione dell'articolo). Sempre in merito al caso Agnellini, vogliamo ricordare come, circa un anno fa, dopo essere stato presentato come il nuovo socio della SS. Calcio Venezia, a causa di pressioni politiche e a causa di attacchi mediatici fu costretto, solamente dopo poche ore, a dimettersi dalla nomina. Alla luce di quanto sta accadendo sosteniamo che è in atto una "Campagna Preventiva di Repressione" nei confronti di chi pensa e agisce contro gli interessi dei politici e dei giornali a Venezia.

I Vecchi Ultrà negando qualsiasi tipo di associazione-collaborazione con gruppi e/o partiti di estrema destra ribadendo la linea apolitica del gruppo invitano i politici in questione ad occuparsi di argomenti più seri evitando di sprecare il loro tempo (e quindi il nostro danaro) per inutili e indocumentabili interrogazioni e invitano i giornalisti a non abusare della carta stampata come mezzo di disinformazione e diffamazione.
In una società priva di qualsiasi valore e governata da una finta democrazia e libertà ringraziamo tra tutti: la giunta di Venezia e le redazioni dei quotidiani sopra citati per il rispetto, la professionalità, la coerenza e per l'imparzialità dimostrata.

VECCHI ULTRA' 1998