16 gennaio 2010

Sassaiola dopo Juve-Napoli:arrestati due tifosi azzurri

Due tifosi del Napoli, non appartenenti a gruppi organizzati, sono stati arrestati dagli agenti della digos partenopea per gli atti di teppismo compiuti mercoledì sera all´Olimpico di Torino dopo il match di coppa Italia vinto 3-0 dalla Juventus contro il Napoli.
I due tifosi, che hanno 20 e 27 anni, sono accusati di lancio di oggetti pericolosi, danneggiamento e il più giovane anche di travisamento. I due erano già stati identificati al ritorno da Torino all´aeroporto di Capodichino insieme ad un nutrito gruppo di supporter azzurri. Oggi, dopo i riscontri, sono stati arrestati.
Mercoledì sera, al termine della partita, alcuni tifosi partenopei avevano dato vita a una sassaiola contro gli steward in servizio all´Olimpico. Il bilancio è stato di cinque feriti tra gli steward: tre erano stati portati in ospedale.
I due tifosi arrestati sono di Napoli. Quello di 20 anni è domiciliato nella zona di via
Duomo, quello di 27 nella zona di Ponticelli. Nelle immagini delle telecamere interne allo stadio di Torino, si nota, in particolare, viene spiegato dagli investigatori, il ventenne
che, con il viso travisato, lancia un sediolino divelto in direzione dei tifosi juventini.
Nell´ambito della stessa indagine, la digos partenopea ha denunciato anche un terzo
tifoso di 26 anni, sempre di Napoli, domiciliato nella zona di via Foria.


(ANSA).