22 settembre 2005

Comunicato ufficiale WSB 1981 Ultras Cesena

La sospensiva del Tar del Lazio sembra aver spianato la strada alla Lega Calcio che ora con arroganza afferma “nessun dialogo con i sindaci”. Ma la battaglia non è ancora finita
Il tar per ora ha emanato solo una sospensiva alle ordinanze dei comuni prima del giudizio di merito che avverrà il 29 settembre. Proprio di questo abbiamo parlato con il nostro sindaco che insieme ai suoi colleghi promette di dare battaglia. Qua si parla di una quindicina di Amministrazioni cittadine che devono sottostare agli interessi economici di pochi arroganti affaristi: lega e presidenti.
Coloro che hanno distrutto uno sport, una passione nella quale non ci riconosciamo più. Un calcio finto, corrotto, che ha venduto l’anima alla pay-tv. Se a questo aggiungiamo biglietti nominali, posti numerati, nuovo decreto(MA SOLITA REPRESSIONE)…prendiamo atto che siamo ad un punto di non ritorno. Ci vogliono mettere a sedere e tapparci la bocca. Il loro disegno di uno stadio commerciale pieno di “clienti” da spremere a gadget e pop corn sembra inarrestabile grazie anche al servilismo delle società. Non crediamo ad una sola parola di Giorgio Lugaresi e dei suoi soci… presidenti SOLO DEL PROPRIO PORTAFOGLIO. Coerenti con il nostro credo, continueremo quindi la nostra protesta, pronti a tutto pur di difendere quella passione che ci stanno cancellando con il loro Calcio Moderno. PER QUESTO scenderemo in piazza. La manifestazione in programma per la prima giornata, poi rinviata, si terrà il 24 settembre dalle 16 in concomitanza con Cesena-Avellino.
Fino al 29 settembre la disputa non è chiusa e noi vogliamo lottare fino alla fine, come una partita da lottare fino al 90°. La protesta quindi continuerà anche contro Ternana e Rimini. E’il momento di mettere da parte tutte le incomprensioni e le spaccature che questa situazione ha creato all’interno della nostra curva e MARCIARE INSIEME PER IL NOSTRO DIRITTO DI ANDARE ALLO STADIO. Questa non è solo la battaglia degli Ultras Cesena. Questa è la battaglia di tutti i tifosi del Cesena e di tutti gli appassionati di questo sport, diventato un business senza regole dove i tifosi, quelli veri, non contano niente. A questo proposito ringraziamo lega e società per il derby, di mercoledì alle 18,30, ASSURDO! CREDIAMO CHE DI FRONTE A TUTTO QUESTO, nessuno possa restare in silenzio, entrare in curva e fare il tifo come se niente fosse. Ci appelliamo a tutti i tifosi del Cesena, NON ENTRATE, e unitevi a noi. La nostra è una scelta difficile, forse la più difficile, rinunciare allo stadio, a sostenere il Cesena, ma se non lottiamo ora, non c’è FUTURO.
TUTTI IN CORTEO CONTRO QUESTI POTENTI che se ne fregano dei tifosi, alzeremo la voce per le strade della città della nostra squadra, una città e una tifoseria che non si arrendono!

WSB 1981 ULTRAS CESENA