30 giugno 2010

Comunicato tifosi Torino

TORINO - CAIRO… CAPOLINEA

Pensare che in principio gli avevamo anche creduto. Ma in questi cinque anni, il suo gioco si è miseramente scoperto e nonostante i reiterati tentativi, sempre e solo per il bene del Toro, di operare aperture e ricercare il dialogo con il sig. c, dobbiamo a malincuore registrare che:

- durante l'ultima conferenza stampa, non fosse stato per Petrachi, il sig. c avrebbe vietato la lettura del comunicato dei tifosi;
- a dette richieste, nessuno in società si è sentito in dovere di dare la benché minima risposta, cosa che si ritiene spetterebbe di diritto a qualsiasi interlocutore;
- mentre la tifoseria si dimostra matura e consapevole ricercando unità e compattezza, sfruttando la buona fede e l'ingenuità di qualche... amico fragile, il sig. c. trama tentando, per l'ennesima volta, di perpetrare il suo divide et impera gettandosi a piedi uniti nei delicati equilibri del tifo granata, con argomenti tipicamente melmosi e ricattatori quali biglietti, pass-parcheggi stadio, giocatori alle cene dei Club, esclusione dei tifosi/Club non allineati dal riconoscimento ufficiale del Torino FC;
- sempre più palese risulta il tentativo di zittire ogni forma di non allineamento alla politica aziendale, ad esempio con il divieto d'esposizione di striscioni non filo-societari.

Nonostante le reiterate richieste, ad oggi non vi è alcuna certezza riguardo:
- al rinnovo dei contratti di dirigenti e allenatori nel settore giovanile ed alla stabilizzazione, con investimenti veri, dell'unica parte della società che ha dato risultati apprezzabili, grazie a tecnici e uomini di notevole spessore. Per altro anche l'ambito societario in cui il signor c ha meno messo le mani e di conseguenza fatto minori danni;
- a prese di posizione sulla questione Filadelfia;
- a progetti pubblici inerenti stadio di proprietà, centro sportivo, settore giovanile, proselitismo dei valori granata tra i giovani e nelle scuole;
- al rifiuto della tessera del tifoso;

PREMESSO:
- che alla squadra, se rinnoverà impegno, professionalità e attaccamento alla maglia non mancherà mai l'appoggio e il calore del tifo;
- che confermiamo la nostra convinta intenzione a non sottoscrivere la carta di credito subdolamente denominata tessera del tifoso;

PERTANTO:
- invitiamo tutti i tifosi a non aderire all'abominio tessera del tifoso;
- a boicottare, in forma legale, le attività del sig. c e della cairo communication, tutte le pay tv e gli sponsor di riferimento;

Auspichiamo infine che il sig. c si decida a fare finalmente sul serio e a dire la verità, una buona volta, sul perché non voglia o non possa vendere la società e quindi a passare la mano, rammentandogli che il Toro gli è stato donato (principalmente da noi tifosi) a zero euro e libero da debiti.
IL TORO SIAMO NOI

Curva Maratona
Curva Primavera
Centro Coordinamento Toro Clubs