15 aprile 2021

Open Letter To European CLUB Association (ECA) Chairman Andrea AGNELLI

 

Our groups represent fans of clubs that sit on the ECA Board.

We are writing to you on behalf of them and millions of others across the continent who you have chosen to ignore in your attempt to takeover European football.

Your plans to restructure the Champions League by increasing the number of games, introducing qualification based on past achievements, and monopolising commercial rights present a serious threat to the entire game. Instead of realising your supposed goal of “building a successful, sustainable, and socially responsible football industry”, you will only make the gap between the rich and the rest bigger, wreck domestic calendars, and expect fans to sacrifice yet more time and money.

All for the benefit of whom?  

A handful of already wealthy clubs, investment firms, and sovereign funds, none of which have the legitimacy to decide how football should be run. Even most ECA members stand to lose out from the proposed reforms. 

Such a blatant power grab would be indefensible at the best of times, but at the height of a global pandemic, it is nothing more than crisis profiteering—not to mention a stark contrast to the solidarity displayed by fans. Over the past year, we have supported our clubs unconditionally, buying season tickets with no hope of attending games, and paying for TV subscriptions to watch repetitive ties held in empty, soulless stadiums, all while you were working behind the scenes to find new ways to bleed us dry. 

But we do not have the time or money to invest in your fantasies or fund your insatiable greed. And in the end, we are your business model.  Despite the expectations of some, there is no “fan of tomorrow” waiting to come off the bench to rescue your plans.

We are the fans of today, and we do not want more European games. We want strong, competitive domestic leagues, an equal opportunity to qualify for Europe based on sporting merit, and fairer sharing of the game’s wealth.

We therefore demand that you drop your reckless plans. We also call on football’s governing bodies to stop making concessions to elite clubs and intervene to protect the future of the game.

Football needs to change. But it needs to change for the better. The issues at stake are too important to be decided behind closed doors.

 

TRADUZIONE IN ITALIANO:

Scriviamo a nome nostro e di milioni di altri tifosi in tutto il continente che avete scelto di ignorare nel vostro tentativo di conquistare il calcio europeo.

I vostri piani per ristrutturare la Champions League aumentando il numero di partite, introducendo qualificazioni basate sui risultati passati e monopolizzando i diritti commerciali rappresentano una seria minaccia per l’intero gioco. Invece di realizzare il vostro presunto obiettivo di “costruire un’industria calcistica di successo, sostenibile e socialmente responsabile”, aumenterete solo il divario tra i ricchi e la maggioranza restante, distruggerete i calendari nazionali e vi aspettate persino che i tifosi sacrifichino ancora più tempo e denaro.

Il tutto a beneficio di chi?

Una manciata di club, società di investimento e fondi sovrani già ricchi, nessuno dei quali ha la legittimità per decidere come il calcio dovrebbe essere gestito. Anche molti dei membri dell’ECA rischiano di rimetterci con le riforme proposte.

Una presa di potere così palese sarebbe indifendibile nel migliore dei casi, ma al culmine di una pandemia globale, non è altro che approfittare della crisi, per non parlare del netto contrasto con la solidarietà mostrata dai tifosi. Nell’ultimo anno, abbiamo supportato i nostri club incondizionatamente, acquistando abbonamenti senza alcuna speranza di assistere alle partite e pagando abbonamenti TV per guardare partite noiose giocate in stadi vuoti e senz’anima, il tutto mentre lavoravate dietro le quinte per trovare nuovi modi per dissanguarci.

Ma noi non abbiamo tempo o denaro da investire nelle vostre fantasie o finanziare la vostra insaziabile avidità. E alla fine, siamo il vostro modello di business. Nonostante le aspettative di alcuni, non c’è nessun “tifoso del domani” in attesa di scendere dalla panchina per salvare i vostri piani.

Siamo i tifosi di oggi e non vogliamo più giochi europei. Vogliamo campionati nazionali forti e competitivi, pari opportunità di qualificarci per l’Europa basate sui meriti sportivi e una più equa condivisione della ricchezza del gioco.

Chiediamo quindi che abbandoniate i vostri piani sconsiderati. Chiediamo inoltre agli organi di governo del calcio di smettere di fare concessioni ai club d’élite e di intervenire per proteggere il futuro del calcio.

Il calcio deve cambiare. Ma deve cambiare in meglio. Le questioni in gioco sono troppo importanti per essere decise a porte chiuse.

--

Signed by: 

Supportersvereniging Ajax (AFC Ajax / Netherlands)

Mauves Army 2003 (RSC Anderlecht / Belgium)

Arsenal Supporters’ Trust / Arsenal Independent Supporters’ Association (Arsenal FC / England)

EscudoAtleti / Replicantes 1903 / Señales de Humo (Atlético de Madrid / Spain)

Club Nr. 12 (Bayern München / Germany)

Diabos Vermelhos (SL Benfica / Portugal)

BVB Fanabteilung (Borussia Dortmund /Germany)

1907 ÜNIFEB (Fenerbahçe / Turkey)

Forza HJK / Klubipääty (HJK / Finland)

FCK Fan Club (FC København / Denmark)

Bad Gones 1987 (Olympique Lyonnais / France)

Manchester United Supporters’ Trust (Manchester United / England)

Collectif Ultras Paris (Paris Saint-Germain / France)

Movimiento Ámbar (Real Madrid / Spain)

gäubschwarzsüchtig – GSS (BSC Young Boys / Switzerland)

Football Supporters Europe (FSE)