5 novembre 2018

Comunicato Carrarese Settore 1908

"Purtroppo per l’ennesima volta dobbiamo subire noi gli errori degli altri. Dopo un’altra settimana di passione per questa situazione assurda dello stadio dei Marmi, ci ritroviamo al sabato mattina senza sapere ancora se domani faranno entrare o no il pubblico, in uno stadio “cantiere aperto”, per 1000 o 1200 persone solamente, i pochi che riusciranno ad accaparrarsi il biglietto, in quella che sarà la vera pagina triste della faccenda ovvero la “corsa al biglietto”!!! No alla corsa al biglietto, no al tenere sulle spine e a logorare la passione della gente di noi tifosi e di chi ama la nostra Carrarese! Solo il pensiero di sapere fratelli amici o tifosi come noi fuori senza poter entrare ci fa schifo. Ci fa schifo tutta questa situazione, questa odissea senza fine. Abbiamo accettato Pontedera perché la capienza sapevamo garantire l’afflusso di tutti, e infatti così è stato, ma giocare a Carrara per 1000 persone solamente non ci può soddisfare e non lo possiamo accettare. O la capienza sia garantita in egual numero come a Pontedera o se anche per un solo biglietto in meno non parteciperemo al vostro spettacolo e teatrino che ne seguirà sicuramente. La vostra soddisfazione per i 1000 posti ve la potete tenere. Ognuno sarà libero di fare quello che crede a livello personale, ma una cosa è certa, il SETTORE 1908 domani non entrerà! Anzi un muro, con chiunque condivida il nostro pensiero, che uno spettacolo triste e per pochi. I nostri cori si alzeranno e le nostre bandiere sventoleranno ugualmente ancora più orgogliose di sempre!
Invitiamo chi condivide il nostro pensiero a venire allo stadio e stare fuori con noi.
LA NOSTRA PASSIONE NON È NELLE VOSTRE MANI!

I RAGAZZI DEL SETTORE 1908